Bimbo di 8 mesi con sonno disturbato

Dottoressa Angela Raimo A cura di Dottoressa Angela Raimo Pubblicato il 10/02/2022 Aggiornato il 10/02/2022

Non si può pretendere che un bimbo di otto mesi acquisisca da un momento all'altro un ritmo sonno-veglia ottimale: armarsi di tanta pazienza è d'obbligo.

Una domanda di: Alessia
Buongiorno, sono mamma di un bimbo di otto mesi compiuti. Il piccolo pesa già dieci kg e mezzo e mangia le pappe, anche se quantità più contenute rispetto alla dose prevista dal pediatra. Ho sempre allattato anche se con qualche integrazione di artificiale ( max 60 tre volte al giorno) ma da poco dopo l’inizio svezzamento non vuole più il biberon (lo usa solo per masticare la tettarella). Mai voluto il ciuccio, anche adesso usa il seno al posto del ciuccio, si addormenta con quello, giorno e notte. Da quattro mesi circa si sveglia dalle cinque alle dieci volte a notte, piangendo. Vuole il seno e poi si riaddormenta, ma dopo poco la scena si ripete. Anche di giorno il sonno è disturbato, anche se si riaddormenta poi trovandomi accanto a lui (di giorno ha sempre dormito in braccio e basta, ma da due mesi accetta di dormire sul lettone con me accanto). Di giorno è molto molto agitato, piange spesso e non capiamo il motivo, a meno che sia il carattere!… Non ha ancora acquisito la posizione seduta, ma rotola e striscia parecchio. Non riusciamo a capire il motivo dei frequenti risvegli e della sua irrequietezza. Per ora non sono ancora rientrata al lavoro… Grazie.
Angela Raimo
Angela Raimo

Gentile mamma, prima di tutto non ci si può aspettare che questo bambino dorma continuativamente nel suo letto di notte e di giorno, visto che è stato abituato a dormire in braccio o con lei accanto, nonché a utilizzare il seno come ciuccio ogni volta che lo reclama. Posto che ogni mamma è libera di fare come crede con il prorpio bambino, si deve tenere conto che una volta concesse determinate abitudini non si può pretendere che nell’istante in cui si decide che le cose debbano cambiare un bambino di otto mesi si adegui alla nuova aspettativa. Il seno non va offerto come un ciuccio, specialmente se questo, come nel suo caso, infastidisce la mamma. Quindi può cominciare a sottrarsi a questa richiesta, limitandosi a porgere il seno per le poppate. Certo ci vorrà pazienza, all’inizio il suo bambino mostrerà il suo scontento in vari modi, tuttavia lei potrà provare a consolarlo altrimenti: accarezzandolo, abbracciandolo, parlandogli dolcemente, ma lasciandolo sdraiato nel letto (e senza seno), cioè dovrebbe evitare di prenderlo in braccio (sto parlando delle ore notturne, per prenderlo in braccio ci sono tanti altri momenti). Da sveglio lo tenga il più possibile su un tappeto, stimolandolo a stare seduto, perché a 8 mesi dovrebbe già sapere padroneggiare questa posizione. Lo aiuti mettendogli dei cuscini lateralmente affinché si senta sicuro. Mi chiedo se questo bambino la sera mangi abbastanza: a volte infatti l’irrequietezza notturna è legata a una sensazione di stomaco vuoto. O magari la sera introduce cibo a sufficienza, ma cena troppo presto per affrontare poi digiuno tutta la notte. In ogni caso, quando ci sono problemi come quelli che lei descrive, è anche utile un controllo dal pediatra per escludere che ci sia qualcosa che non va sotto il profilo della salute. E’ solo uno scrupolo, ovviamente, ma preferisco consigliarle di farlo. In generale, tenga comunque presente che non c’è da pretendere che un bambino di otto mesi abbia già acquisito perfettamente il ritmo sonno-veglia: è una realtà faticosa, lo so, ma occorre accettarla. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco amniocoriale: tanti dubbi dopo la diagnosi.

23/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il distacco tra le due strutture che costituiscono la placenta, il sacco amniotico e il sacco coriale ("guscio" della camera gestazionale), non coincide con il distacco della placenta, molto più grave.   »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti