Bimbo di otto mesi che all’improvviso di sveglia di notte

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 23/04/2021 Aggiornato il 23/04/2021

Gli otto mesi rappresentano un'età critica per varie ragioni, prima tra tutte la comparsa dell'ansia da separazione.

Una domanda di: Martina
Ho un bimbo di 8 mesi.
Abbiamo iniziato lo svezzamento a 4 mesi e, attualmente, lo allatto al seno al mattino, al pomeriggio, alla sera prima di andare a dormire.
Nelle ultime settimane si sveglia spesso di notte per chiedermi da mangiare (da quando aveva 2 mesi ha sempre dormito dalle 7 alle 9 ore consecutive per notte con allattamento esclusivo al seno).
Ho paura che il mio latte non sia più nutriente come prima e che abbia fame, soprattutto al mattino quando lo porto al nido e alla notte.
Mangia la frutta a metà mattina, la pappa a pranzo (con alternanza delle creme ai cereali, carne e pesce, pastina), la pappa a cena (varie creme, semolino, pastina, formaggino, crescenza, ricotta). La pediatra ci ha detto ieri di aggiungere i legumi e il pomodoro alla sua dieta e il brodo di carne.
Come faccio a sapere se i continui risvegli e l’irrequietezza che ha durante la giornata (è sempre stato molto tranquillo, solare e allegro) è dovuta alla fame? Se provassi a dargli il latte di proseguimento con i biscotti al mattino e/o alla sera, poi il mio latte lo prenderebbe ancora?
Cosa posso fare?
Inoltre avrei una curiosità: nella pappa del pranzo vengono alternati gli omogeneizzati di carne e di pesce, mentre la sera non glieli metto. E’ corretto o devo integrarli anche la sera? Attualmente pesa 8,620 kg e misura 72,5 centimetri.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ragazzina di 12 anni con problemi di comportamento

04/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I 12 anni possono essere un'età complicata, ma la pazienza unita a un ascolto attento e affettuoso possono aiutare a fronteggiarli senza troppi scossoni.   »

Fibromi in gravidanza: sono pericolosi?

02/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I fibromi in sé non costituiscono un pericolo per il bambino in utero, tuttavia è importante tenerli monitorati.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti