Bimbo ostile allo svezzamento

Dottor Leo Venturelli
A cura di Dottor Leo Venturelli
Pubblicato il 20/03/2019 Aggiornato il 27/03/2019

Quando un bambino rifiuta con ostinazione le prime pappe e qualsiasi altro alimento diverso dal latte, occorre giocare d'astuzia (armandosi di infinta pazienza).

Una domanda di: Jessica
Ho un bambino di 8 mesi allattato principalmente al seno. Da ormai 2 mesi ho iniziato lo svezzamento ma con scarsi risultati. Abbiamo
cominciato con la frutta per 1 settimana e la mangiava volentieri, dopo siamo passati alla prima pappa ed oltre a fare delle facce bruttissime
quando provava ad ingoiare aveva dei conati di vomito. Ho associato il tutto al nuovo gusto da lui sconosciuto, ma provando e riprovando non sono
riuscita a fargli accettare questa pappa, sono passata allora direttamente alla pastina anche qui con scarsi risultati, ho provato di tutto dalle
verdure passate alla carne omogenizzata alla pastina al formaggino non c’è nulla che sembra accettare. Rifiuta tutto e non mangia nulla nemmeno più la
frutta. Premetto che io non lo sforzo assolutamente e ogni giorno dopo 3 cucchiaini di cibo che ingoia butto tutto perché inizia a piangere e serrare
la bocca. Non so più cosa provare e come comportarmi e questo mi fa stare un po’ in ansia e sto vivendo lo svezzamento davvero malissimo. Cosa posso
fare?

Leo Venturelli
Leo Venturelli

Cara mamma,
con un bambino così tenace, così determinato e volitivo occorre essere particolarmente strategici. Provi a far sì che sia lui stesso da solo a portarsi alla bocca quello che trova in tavola e che voi in modo furbo mettete a disposizione. Ovviamente dovrà trattarsi di cibo sano e biologico: verdure (per esempio, broccoli) cotte e tagliate a piccolissimi pezzi, banana schiacciata, mela grattugiata, pastina (tipo stelline) asciutta condita con olio evo e pomodoro passato, spicchi di mandarino spelati e divisi in bocconcini, briciole di parmigiano. Tenete il bambino a tavola all’altezza del piano e lasciate nei vostri piatti questi cibi, mangiandoli a vostra volta: è possibile che per imitazione anche lui decida di portarli alla bocca per assaggiarli. Vedrà che forse senza imposizioni e con un po’ di fantasia accetterà finalmente di buon grado i nuovi alimenti, imparando a gustare i nuovi sapori. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Ancora podalico in 31ma settimana
17/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

Il bambino può "mettere la testa a posto", ossia assumere la posizione cefalica, anche quando mancano solo poche settimane alla data del parto.   »

Dopo il vaccino niente farmaci per più di un mese?
17/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

L'indicazione di non somministrare alcuna medicina (escluso l'antifebbrile) nelle sei settimane successive alla vaccinazione è scorretta.   »

Gemellino che all’improvviso si comporta male
03/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

Dietro ad atteggiamenti che all'improvviso diventano aggressivi e difficili da gestire c'è sempre una rabbia che il bambino deve imparare ad allontanare. Fargliela disegnare può essere d'aiuto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti