Briglia amniotica visibile in ecografia: c’è da preoccuparsi?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 25/10/2021 Aggiornato il 10/11/2021

La briglia amniotica può creare problemi solo se toglie spazio al feto.

Una domanda di: Chiara
Sono a 16 settimane +2 giorni. Ho appena eseguito una eco di controllo.
La ginecologa ha riscontrato la presenza di una “briglia amniotica dello
spessore massimo di 4.4 mm che non contrae, al momento attuale, rapporti con
parti fetali”. La dottoressa mi ha tranquillizzata dicendo che, non avendo
creato problemi fino ad ora, ci sono buone probabilità che non li crei in
futuro. Disgraziatamente ho alle spalle 2 aborti e non riesco ad evitare di
preoccuparmi. Mi piacerebbe conoscere anche il suo parere. Allego foto della
eco. La ringrazio molto per l’attenzione. Un caro saluto.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve cara signora, capisco la sua preoccupazione ma vorrei cercare di rassicurarla come prima di me la sua curante. La briglia amniotica si può osservare in ecografia e nasconde la possibilità di essere associata ad anomalie fetali in caso sia molto estesa e renda quindi angusto e “spigoloso” lo spazio all’interno del sacco amniotico.
Nel suo caso si tratta invece di un piccolo sepimento, una specie di separé, al limitare della cavità amniotica, che non pregiudica lo spazio per il suo bimbo e il suo corretto sviluppo.
Dal mio punto di vista, potrebbe anche accadere che questa briglia arrivi a fondersi con le restanti membrane e che non sia quindi nemmeno più visibile nelle prossime ecografie. Oppure potrebbe darsi che rimanga visibile ma sempre senza interferire con lo sviluppo fetale.
Direi quindi che la situazione è sotto controllo e basterà proseguire con i bilanci di salute mensili dalla sua ginecologa per avere la conferma che tutto sta procedendo per il meglio.
Spero di averla rincuorata, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

E’ gemellare la mia gravidanza?

29/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Per sapere se la gravidanza è gemellare nonché per capire se, eventualmente, è in evoluzione favorevole è necessario attendere che il tempo trascorra. Continuare a sottoporsi a controlli troppo presto non serve a ottenere risposte (ma ad aumentare l'ansia sì).   »

Pancione: quali traumi (urti, colpi, pressioni) possono danneggiare il bambino?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Qualsiasi trauma addominale che provoca dolore deve essere sottoposto velocemente all'attenzione di un medico del pronto soccorso ostetrico.   »

Bimbo “atopico”: quali accorgimenti per controllare l’eczema?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

La detrmatite atopica è una malattia cronica che va trattata con i farmaci (in particolare, creme cortisoniche) e controllata mettendo in pratica alcune strategie relative allo stile di vita.  »

Feto con un ventricolo cerebrale lievemente più grande

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se le dimensioni dei ventricoli cerebrali sono maggiori dell'atteso, ma non superiori ai quelle ritenute normali non si è autorizzati a pensare a una patologia.   »

Fai la tua domanda agli specialisti