Cambiamento (in peggio) del sonno: perché?

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 14/12/2020 Aggiornato il 20/12/2020

Se un disturbo del sonno subentra all'improvviso occorre prima di tutto escludere che sia in relazione con un problema fisico, come per esempio il mal d'orecchi.

Una domanda di: Maida
Sono la mamma di un bambino stupendo di 5 mesi fatti da poco. Il mio bimbo non è mai stato un dormiglione durante il giorno, ma la notte, finché
faceva la poppata, si svegliava, mangiava e si riaddormentava. Dopo i 3 mesi ha iniziato a rifiutare la navicella per il sonno quindi, in attesa
dell’arrivo del lettino, ha dormito con me nel lettone. Arrivato il lettino è passato quello, sempre con lo stesso cuscino, dormendo tutta la notte e comunque almeno 6 o 7 ore. Da circa una settimana invece, dopo l’ultima poppata si addormenta, come fa dopo ogni poppata, e appena tocca il lettino si sveglia e inizia a lagnarsi e se lo riprendo in
braccio dorme di nuovo in meno di un minuto. Da circa 10 giorni abbiamo iniziato con qualche cucchiaino di frutta a merenda. A cosa potrebbe essere dovuto
questo cambio repentino del sonno?
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Gentile signora,
se il disturbo è arrivato da poco in modo eclatante potrebbe essere utile verificare che non ci sia un problema clinico subentrato di recente, cioè espressione di un’infezione in cordso. A volte, infatti, il sonno disturbato può derivare dal mal d’orecchio o da un’infezione delle vie urinarie. Utile quindi una visita pediatrica. Da quel che racconta però sembra che il suo bambino ritorni ad un sonno tranquillo semplicemente stando vicino a lei invece che nel lettino, in questo caso verrebbe da pensare che semplicemente il suo cucciolo preferisce il contatto fisico rispetto alla solitudine del lettino.
Allora a questo punto le possibili soluzioni sono rappresentate o dal mantenerlo vicino in modo che il sonno prosegua tranquillo, o metterlo nel lettino ma mantenere un contatto fisico con lui, con una mano sul suo corpo o vicino al viso, fino a quando si sia addormentato profondamente.
A 5 mesi non è una eccezione avere bambini che vogliono più coccole anche rispetto a qualche mese prima, del resto non si può pensare che con il passare delle settimane non cambino gli atteggiamenti del bambino, ma che restino sempre identici a se stessi nonostante la crescita.
Non credo invece che la frutta introdotta sia la causa del sonno disturbato. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccino anti-Coronavirus: è davvero una fake-news che causi infertilità?

13/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Luca Cegolon, MD, MSc, DTM&H, PhD

Nel Web circolano bufale a volte così ben confenzionate da diventare credibili anche per persone competenti. Documentarsi sempre in modo meticoloso, prima di dare credito a ipotesi che mettono in discussione le scelte delle autorità sanitarie è quanto di meglio si possa fare per non cadere nelle tante...  »

Bimba di (quasi) tre anni che ripete frasi e parole

11/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'ecolalia potrebbe costituire un segnale d'allarme qualora si associasse ad altri comportamenti anomali. Altrimenti è solo una delle modalità per apprendere e consolidare il linguaggio.   »

Sentimenti contrapposti verso il nuovo papà

03/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Quando entra una nuova figura maschile nella vita di un bambino piccolo, può accadere che si instauri una relazione in cui non tutto fila sempre liscio. Ma del resto può succedere anche con il papà biologico.   »

Fai la tua domanda agli specialisti