Camera gestazionale piccola (ed embrione che non si vede) in 7^ settimana di gravidanza

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 09/05/2024 Aggiornato il 09/05/2024

Già a 6 settimane di gravidanza ci si aspetta di visualizzare con l'ecografia anche l'embrione all'interno della camera gestazionale. Se in settima settimana quest'ultima ha dimensioni di molto inferiori rispetto all'atteso e l'embrione non si vede è probabile che la gravidanza si sia interrotta.

Una domanda di: Michela
Gentili dottoressa, mi trovo in una situazione molto dolorosa e su cui ancora non ci sono conferme, anche se credo che non ci siano dubbi. Ho 36 anni; l’ultimo ciclo è stato il 14 marzo (ciclo di 30/32 giorni, a volte anche più lungo nei cambi di stagione). Il 16 aprile ho effettuato un test di gravidanza, risultato positivo e le beta risultate 33,71. Ripetute il 19 aprile erano salite a 52,87. Già qui il ginecologo parlava di GEU o comunque di gravidanza non evolutiva. Ripeto le beta il 23 aprile ed erano 592,1; nuovamente le ripeto il 29 aprile ed erano 6311. Resto così in attesa dell’appuntamento per la prima visita. Ieri pomeriggio però mi reco in pronto soccorso perché da 2 giorni avevo delle piccole perdite marroni, anche se in assenza di dolore. L’ostetrica mi dice che sono normali. Il ginecologo mi fa l’ecografia e trova una camera gestazionale di 7 mm, senza sacco vitellino né echi embrionali. Mi fa ripetere le beta (rispetto a questo la mia ginecologa non era d’accordo in quanto non era lo stesso laboratorio dove le avevo fatte le altre volte) ed escono a 13187. Mi ridata a 6 settimane o al massimo 6+2, considerando le beta di 592,1 del 23 aprile. Ma mi dice che la camera non corrisponde alle 6 settimane, bensì a 4+4 e che secondo lui si interromperà. Non mi prescrive progesterone né null’altro, dicendo che non ha senso. Con la mia ginecologa abbiamo solo stabilito di ripetere l’ecografia tra una settimana. Mi chiedo, può essere che la camera recuperi le dimensioni giuste? Oppure può capitare che in un’ecografia durata 30 secondi di orologio non siano state prese bene le misure? Cosa mi consiglia di fare? Grazie per il suo aiuto!
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve signora, capisco lo smarrimento e forse anche il risentimento per essere stata liquidata nel giro di pochi secondi dal collega in pronto soccorso. Purtroppo dalle informazioni che lei mi ha dato temo anch’io che la sua gravidanza sia destinata ad interrompersi in quanto lei dovrebbe essere oggi a 7 settimane e 5 giorni mentre dall’ecografia risultava appena di 4 settimane. Quando c’è uno scarto così grande tra il dato clinico e quello ecografico è lecito farsi qualche domanda sull’andamento della gravidanza e programmare un controllo ecografico a distanza per capire esattamente cosa stia succedendo. Le beta inizialmente stentavano a salire, poi sono decollate. A mio avviso non occorre ripeterle nel momento in cui si è visualizzata la camera gestazionale in utero (diverso il caso della GEU o gravidanza extra-uterina). Lei si chiede se la camera gestazionale possa recuperare le giuste dimensioni…ma la questione è che a 6 settimane di gravidanza noi ci aspettiamo di vedere anche l’embrione all’interno della camera! Cosa fare? Non resta che aspettare il controllo ecografico che ci dirà se la gravidanza è evolutiva o meno. Qualora non lo fosse, si potrà ulteriormente attendere per circa un mese che la Natura faccia il suo corso. Se la gravidanza si interrompe così precocemente, si può evitare di sottoporsi al raschiamento dell’utero e si andrà incontro ad una mestruazione un poco più abbondante del solito ma nulla di più. Mi scuso se sono stata magari troppo schietta e spero che lei possa sentirsi accompagnata in questo momento così delicato. Mettere al mondo dei figli è un’avventura grandiosa ma anche misteriosa, per noi donne nulla è paragonabile al diventare mamme… Spero di risentirla con buone nuove: i miracoli accadono e ogni vita lo è. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti