Camera gestazionale vuota, ma le beta aumentano e ci sono i sintomi di una gravidanza

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 25/01/2024 Aggiornato il 25/01/2024

Anche in caso di "uovo bianco" il valore delle beta può aumentare e possono persistere i disturbi tipici di inizio gravidanza. Tuttavia, prudenza vuole che prima di fare una diagnosi definitiva di gravidanza non evolutiva si ripetano i controlli ecografici.

Una domanda di: Silvia
Ho effettuato un’ecografia perché continuavo ad avere perdite ematiche scure e la dottoressa mi ha mostrato una camera gestazionale vuota e fatto fare per due volte a tre giorni di distanza un calcolo delle beta. Il primo calcolo era 21700 il secondo 37000. Secondo le beta dovrei essere già incinta di parecchio, ho la nausea da due/tre giorni seno dolente e forti dolori alla schiena. Ma non è possibile con queste beta che non ci sia nulla vero? Potrebbe essere un aborto che il mio corpo non riesce a capire? La ginecologa mi ha fissato una seconda ecografia tra due settimane.
Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Buongiorno signora, la gravidanza a prescindere dal fatto che contenga un embrione svolge un’attività biochimica. Questa attività è quella che suggerisce alle donne, quando c’è un ritardo delle mestruazioni, di effettuare il test di gravidanza sulle urine e di trovarlo positivo. Il dosaggio plasmatico (nel sangue) di una sostanza che quella che lei cerca nelle urine permette di verificare la crescita dei valori di questa sostanza e indica quando sia il momento di effettuare l’ecografia per valutare la presenza o meno della camera gestazionale e lo sviluppo regolare del suo contenuto. Esiste purtroppo anche la possibilità che una gravidanza non contenga l’embrione: in questo caso si parla di uovo bianco. L’eventualità di un uovo bianco determina comunque sintomi uguali a quelli di una gravidanza normale, che purtroppo però non è evolutiva. Posto questo, per scrupolo e prudenza, anche quando si pensa a un uovo bianco, si ripete l’ecografia a distanza di qualche giono dalla precedente nella speranza che, invece, all’interno della camera gestazionale ci sia un embrione vitale. Le auguro con il cuore che sia questo che succederà a lei. Mi tenga aggiornato, se lo desidera. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Mal di gola che ritorna dopo la cura con antibiotico

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

A fronte di un mal di gola che si ripresenta dopo quattro giorni dal termine della cura con antibiotico è opportuno fare un tampone per escludere la responsabilità dello streptococco.   »

PMA e perdite marrone dopo il transfer

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

In un terzo delle gravidanze iniziate grazie alla procreazione medicalmente assistita si manifestano perdite che però non hanno significato né valore prognostico.   »

Aborto spontaneo: l’espulsione potrebbe non avvenire naturalmente?

26/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Dopo un mese da un'interruzione spontanea della gravidanza, se l'utero non si è ripulito spontaneamente, è prassi intervenire con il raschiamento. A volte, in alternativa, è possibile anche impiegare i farmaci.  »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti