Cardiopalmo in bimbo di sei anni

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 05/10/2020 Aggiornato il 12/10/2020

Se il bambino mentre corre ha la sensazione che il suo cuore batta molto più velocemente del solito, può essere opportuno effettuare in prima battuta un elettrocardiogramma.

Una domanda di: Maria Elena
Il mio bimbo di 6 anni da qualche tempo mi racconta che spesso al parco quando corre gli fa male il petto e quando si ferma dopo un po’ gli passa. A parole sue dice che sente il cuoricino battere forte. Lo racconta a me o al papà magari la sera sul divano, ma mai è successo che al parco arrivasse da me a dirmelo, e questo forse mi fa pensare che al momento che sente questo dolore non lo preoccupi così tanto. Cosa mi consigliereste di fare? Sicuramente sentirò il pediatra, ma in generale quale esame secondo voi può essere il più utile? Grazie.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Gentile signora Maria Elena,
se si trattasse di cardiopalmo, sintomi che corrispondente a una tachicardia, fenomeno caratterizzato dall’accelerazione del battito del cuore rispetto alla velocità normale, che è compresa tra i 75 e i 110 battiti al minuto, a bambino sveglio e non sotto sforzo, dovreste cercare di dire al bambino di farvi ascoltare cuore quando avverte la sensazione che batta forte. Se invece si dovesse trattare di una aritmia (battiti cardiaci irregolari), anche in questo caso potrete voi genitori sentire il cuore e valutare se si sentono battiti anomali. Comunque l’esame che può essere eseguito in prima battuta è un elettrocardiogramma. Ne parli senza’altro con il suo pediatra. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti