C’è differenza tra i calcoli delle app e quelli del ginecologo?

Dottoressa Elisabetta Canitano Pubblicato il Aggiornato il 12/10/2018

Al fine di determinare la data del parto e la datazione della gravidanza (in quante settimane la futura mamma si trova) non c'è alcuna differenza tra i calcoli fatti dal ginecologo con la rotella ostetrica e i conteggi effettuati dalle applicazioni digitali.

Una domanda di: Francesca
Salve, io vorrei sapere gentilmente che differenza esiste tra il calcolo
delle settimane di gravidanza delle applicazioni e quello del ginecologo,
grazie.
Elisabetta Canitano
Elisabetta Canitano

Gentile Francesca nessuno. E’ lo stesso calcolo che può fare lei in modo artigianale, sul calendario, prendendo come punto di partenza il giorno della settimana in cui ha avuto il primo giorno dell’ultima mestruazione. Le settimane sono quaranta. Quindi si tratta semplicemente di aggiungere 40 settimane alla data di inizio dell’ultima mestruazione: la data che ottiene è la data presunta del parto, ovvero coincide con il termine della gravidanza. Poi magari la rotella cartacea del ginecologo è un po’ usurata, o l’ecografia ridata la gravidanza per ritardi o anticipi dell’ovulazione. Ma il conto è lo stesso.
Cordiali saluti e auguri.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.


Scrivi a: Elisabetta Canitano
Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Posso prendere la spirulina per il ferro basso? Meglio di no

E' normale, in gravidanza, che si verifichi una diminuzione dell'emoglobina nel sangue, ma il ricorso alla spirulina è sconsigliato per porvi rimedio. Si deve invece porre grande attenzione alla dieta ed, eventualmente, assumere il ferro (su prescrizione del ginecologo).  »

Richiamo antivaricella: è da fare in vista del concepimento?

Il richiamo della vaccinazione contro la varicella è senza dubbio da effettuare in vista di una gravidanza. E' importante però essere sicure che il concepimento non sia già avvenuto. Ma non è questo l'unico vaccino con cui è bene "essere in regola" prima del concepimento.   »

Non saranno troppo tutti questi vaccini assieme?

Le vaccinazioni mettono al riparo dal rischio che il bambino sia colpito da malattie terribili, che possono mettere a repentaglio la sua vita. I vaccini combinati sono l'opzione migliore, quindi vanno effettuati senza timori, nella certezza che siano una protezione irrinunciabile.   »

Fai la tua domanda agli specialisti