Che paura questi pezzetti!

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 12/04/2019 Aggiornato il 12/04/2019

E' normale che prima dell'anno di vita il bambino sia diffidente verso i primi alimenti di consistenza solida, quindi diversa da quella della pappa frullata a cui è abituato.

Una domanda di: Simona
Mia figlia di quasi 9 mesi credo abbia paura di strozzarsi inghiottendo qualsiasi cosa anche minimamente solida, come ad esempio la minestrina sabbiolina, non appena le arriva in fondo alla lingua, va in panico e si fa venire l’urto del vomito. Come devo comportarmi per aiutarla a superare questa paura? Grazie.

Leo Venturelli
Leo Venturelli

Cara mamma,
la cosa migliore è permetterle di portarsi alla bocca direttamente con le manine un pezzetto di banana o di broccolo bollito, oppure un pezzo di pane duro da succhiare e sgranocchiare. Questi suoi primi esperimenti le consentiranno di avere meno paura a sentire in bocca del cibo con una consistenza diversa da quella delle pappe frullate. Allora accetterà anche la consistenza della pasta. Comunque è normale che la piccola abbia queste reazioni prudenti: fanno parte della tappe della crescita e ben vengano. Da parte sua si dimostri tranquilla quando le offre i pezzettini da mangiare da sola, perché è questo il modo migliore per incoraggiarla a sperimentare. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Distacco amniocoriale che non si riassorbe con il passare delle settimane

14/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In presenza di un distacco amniocoriale che non si risolve non serve intensificare i controlli, mentre sono utili il riposo e un'alimentazione che favorisca l'attività dell'intestino, perché la stipsi può favorire la comparsa prematura di contrazioni uterine.   »

Fai la tua domanda agli specialisti