Chi è il padre del mio bambino?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 04/08/2021 Aggiornato il 04/08/2021

Solo il test del DNA può svelare con sicurezza la paternità. I calcoli eseguiti a tavolino, basandosi sull'ipotetica data dell'ovulazione non danno certezze.

Una domanda di: Anna
Sono nel panico! Ultima mestruazione il 29/06 con ciclo di 22/23 giorni. Ora sono in attesa a 4+5. Il 4/07 ho avuto un rapporto extraconiugale con coito interrotto. Con mio marito ho avuto rapporti dall’8/07 fino al 15/07 senza protezione. Ho un dubbio: è lui il padre? Sono disperata.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora,
come già tante volte abbiamo scritto, stabilire con sicurezza matematica chi è il padre del bambino
solo basandosi su calcoli fatti a tavolino, cioè riferendosi all’ipotetica data dell’ovulazione, è impossibile.
Per quanto la riguarda, è verosimile che i rapporti che hanno portato al concepimento di suo figlio siano stati quelli affrontati con suo marito (dall’8 al 15 luglio) ma non si può escludere categoricamente l’eventualità che la gravidanzia sia iniziata in sgeuito al rapporto del 4 luglio. Di fatto, gli spermatozoi possono vivere fino a sette giorni nell’apparato genitale femminile e lei potrebbe aver ovulato proprio intorno all’11 luglio. L’unico mezzo sicuro per sapere chi è il padre biologico di un bambino è rappresentato dal test del DNA. Di più non riesco a dirle. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba di quasi 5 anni che vuole andare al nido

02/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Prima degli 11 anni di età non si può investire il bambino del potere di deciderew per sè: diversamente lo si carica di un peso che può essere psicologicamente insostenibile.   »

Terzo cesaeo dopo due cesarei complicati: è possibile?

01/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Senza dubbio, un terzo cesareo dopo due cesarei che hanno determinato complicazioni espone a dei rischi, che è bene ponderare prima di decidere per una terza gravidanza.   »

Cosa vuol dire “sopra il quinto percentile”?

04/07/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Una crescita sopra il quinto percentile rappresenta il 95% della popolazione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti