Acquaticità

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 31/07/2013 Aggiornato il 31/07/2013

Risponde: Dottoressa Alessia Bertocchini

Una domanda di: SantiagoFranzoi
Salve, ho un bimbo di 30 mesi e da qualche settimana, quando lo porto in piscina, ama fare il sub: gli piace sforzarsi per arrivare al bordo piscina, respirare ed entrare di nuovo sott'acqua. Questo mi preoccupa un po': è possibile che sforzi troppi gli organi respiratori e gli faccia male? Grazie mille

I bambini hanno una acquaticità innata, tanto più se sono piccoli perché per nove mesi sono stati cullati nella pancia della mamma nel liquido amniotico. Stia serena. I corsi di acquaticità aiutano a rafforzare il sistema caridiorespiratorio, l'apparato scheletrico, stimolano lo sviluppo psicomotorio e l'appetito, regolarizzano il sonno! Lo controlli sempre, però, quando è in vasca.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Reazioni cutanee dopo una puntura di insetto

19/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

A volte a scatenare reazioni sulla pelle può essere anche l'applicazione dell'antistaminico in crema.  »

Gravidanza e scomparsa improvvisa dei sintomi

19/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è automatico che la scomparsa dei sintomi tipici della gravidanza sia brutto segno.   »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti