Allattamento

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 08/03/2013 Aggiornato il 08/03/2013

Risponde: Dottoressa Alessia Bertocchini

Una domanda di: v.corlito
Buonasera, sono la mamma di un neonato di 8 giorni di nome Alessandro. Ho un dubbio sull'allattamento: avendo partorito con un cesareo, non ho ancora la montata lattea, quindi il bimbo ha un alimentazione mista. Si attacca bene al seno e in più uso il tiralatte, ma prende anche un po' di latte artificiale. È più pesante da digerire? Devo sempre seguire la regola del dargli il latte ogni 3 ore? Quanti grammi devo dare? Grazie in anticipo.

Favorisca il latte materno, la suzione favorisce la produzione di latte. Se il latte è esclusivamente materno i neonati si autoregolano per dose e frequenza. In caso di allattamento artificiale la dose del latte dipende dal peso del bambino. In questo caso essendo un allattamento misto, faccia quando possibile una doppia pesata per vedere quanto latte prende al seno e così a seconda del peso integra il restante con latte artificiale di tipo 1. Utilizzi biberon appositi per neonati perché la suzione alla mammella è molto più stancante rispetto all'uso della tettarella del biberon. Per la dose ci sono formule matematiche dipendenti dal peso (e dai giorni di vita del piccolo), pertanto ne parli con il suo pediatra e si faccia seguire. Controlli inoltre la crescita del bambino.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti