Disrafismo sacrococcigeo

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 29/11/2013 Aggiornato il 29/11/2013

Risponde: Dottoressa Alessia Bertocchini

Una domanda di: TizianaGabriel
Buonasera, a mio figlio di quasi sei mesi hanno riscontrato una fossetta sacrale a fondo visibile ed è stata fatta un'ecografia midollare, ma mi hanno indicato di fare anche una risonanza magnetica quando avrà 7/8 mesi. Vorrei sapere le conseguenze che può provocare questa fossetta sacrale con la crescita del mio bambino e le conseguenze della risonanza magnetica, se eventualmente ci sono. Dall'ecografia risulta inoltre: "il cono midollare pare normo-posizionato e regolarmente delimitato dagli spazi liquorali peri-midollari". Cosa significa tutto ciò? Grazie. Distinti saluti.

Il referto ecografico che riporta è nella norma. I disrafismi sacrococcigei possono essere la spia di alterazione della parte finale del midollo (spina bifida occulta). L'ecografia da sola non è sufficiente per una diagnosi di certezza e viene pertanto consigliata l'esecuzione di una RMN che non ha conseguenze sul bambino. Stia serena e faccia visitare il bambino da un bravo neurochirurgo per avere delle risposte certe.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti