Inappetenza

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 16/09/2013 Aggiornato il 16/09/2013

Risponde: Dottoressa Alessia Bertocchini

Una domanda di: linaeje
Salve dottoressa, ho un bambino di un anno che da un mese non mangia più niente, solo latte e biscotti. Non so ne più che fare, non so che cosa possa avere o quale sia la motivazione… Mi hanno detto che potrebbero essere i dentini, ma è un mese che non mangia… Come si fa? Ho provato di tutto ma niente. Spero di avere al più presto la sua risposta

Senza conoscere il piccolo e i suoi sintomi (oltre all'inappetenza) e soprattutto senza una visita accurata del bimbo, in questo momento non è possibile darLe certezze… Se dura da un mese, escludo che sia solo dipendente dalla eruzione dentaria. Le consiglio però vivamente, se già non lo avesse fatto, di far visitare il bambino (e anche valutare la crescita) dal suo pediatra ed eventualmente integrare la visita con esame delle urine (e urinocoltura).

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo che si sveglia piangendo: cosa può essere?

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

A fronte di un improvviso cambiamento nei ritmi del sonno è opportuno prima di tutto escludere la presenza di un disturbo fisico.   »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti