Latte materno

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 10/09/2013 Aggiornato il 10/09/2013

Risponde: Dottoressa Alessia Bertocchini

Una domanda di: paperosa
Gentile dottoressa, ho partorito da una settimana con parto cesareo e purtroppo ho il problema di avere ancora poco latte. Attacco la bimba al seno ogni due ore, ma verso sera la bimba non riesce a saziarsi e dopo un'ora chiede di mangiare. Sto utilizzando per le ultime poppate latte artificiale che somministro dopo la poppata. Volevo sapere che cosa ne pensa e se è giusto somministrare 60 gr di aggiunta. Inoltre, volendo sostituire una poppata, quanto latte artificiale bisogna dare? La ringrazio. Rossella

Il latte materno è il migliore nutrimento per il neonato. Se il latte della mamma non è sufficiente e il bambino non cresce, si utilizza in sostituzione o come aggiunta il latte artificiale. La dose dipende dal peso e dall'età del piccolo. Il pediatra curante potrà insegnarle come calcolare la dose di latte. Per essere più precisa mi manca di sapere un elemento fondamentale: il peso attuale del bambino. Le consiglio comunque di attaccarlo al seno perché la suzione stimola la produzione di prolattina e quindi aumenta il latte! Sia serena… altro elemento importante. Saluti.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Reazioni cutanee dopo una puntura di insetto

19/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

A volte a scatenare reazioni sulla pelle può essere anche l'applicazione dell'antistaminico in crema.  »

Gravidanza e scomparsa improvvisa dei sintomi

19/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è automatico che la scomparsa dei sintomi tipici della gravidanza sia brutto segno.   »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti