Lesioni cuoio capelluto

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 06/07/2012 Aggiornato il 06/07/2012

Risponde: Dottoressa Alessia Bertocchini

Una domanda di: daniela
Buongiorno, sono una mamma preoccupata, perché la mia
bimba di tre anni ha delle "palline di grasso" (non so come si chiamano in
termini medici) sulla testa, di colore rosa. Sono molto brutte da vedere. Al
momento non lamenta dolore, ma non vuole che le tocchi la testa. Vanno tolte?
E, nel caso, si tolgono con il bisturi o il laser?

Salve signora, bisognerebbe vedere la bambina o una sua foto per capire cosa intende per "palline di grasso rosa", quando sono comparse, quante e dove sono, quanto sono grandi e se stanno crescendo per decidere se vanno asportate e con quale modalità (come Lei mi chiede). Ogni lesione che cresce o che è sintomatica (dolorosa oppure fastidiosa) si asporta anche per eseguire l'esame istologico del pezzo operatorio che ci fa capire con certezza di cosa si tratta. Ne parli con il Suo pediatra ed eventualmente cerchi un dermatologo o un chirurgo pediatra nella Sua zona (io sono in Toscana). 

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Distacco amniocoriale che non si riassorbe con il passare delle settimane

14/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In presenza di un distacco amniocoriale che non si risolve non serve intensificare i controlli, mentre sono utili il riposo e un'alimentazione che favorisca l'attività dell'intestino, perché la stipsi può favorire la comparsa prematura di contrazioni uterine.   »

Fai la tua domanda agli specialisti