Reflusso gastroesofageo

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 28/08/2012 Aggiornato il 28/08/2012

Risponde: Dottoressa Alessia Bertocchini

Una domanda di: Rossy
Buonasera dottoressa, sono la mamma di un bimbo di 20 giorni. Da qualche settimana ho notato che sembra avere del catarro in gola. Russa, fa versi gotturali e conati. Di notte la situazione peggiora e sono tre giorni che non riesce a riposare per più di mezz'ora. Secondo me perché è disturbato. Il naso glielo tengo pulito con la soluzione fisiologica, il mio pediatra lo ha visitato e dice che le vie respiratorie sono libere. Ma allora perché fa così? Sembra si soffochi, addirittura a volte non riesce a rimanere attaccato al seno. Spero in una sua risposta. Cordiali saluti. Rossana

Il neonato potrebbe soffrire di reflusso gastroesofageo, perché tutto ciò che descrive mi riporta a questo. Ne parli con il suo pediatra che le consiglierà la giusta terapia comportamentale per il sonno (posizione a trenta gradi supino) e per una corretta alimentazione e valuterà se è opportuno, in base ai sintomi e alla crescita, prescrivere dei farmaci (solo nel reflusso gastroesofageo patologico). 

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Comportamenti (in)soliti durante il sonno: perché?

10/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Annalisa Pistuddi

Durante il sonno possono verificarsi episodi di regressione che nascono dalla necessità di scaricare tensioni emotive accumulate nelle ore di veglia. E' poco opportuno invadere questo spazio intimo cercando di indurre bruscamente il risveglio.  »

Esami oculistici a inizio gravidanza: ci sono rischi?

10/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonio Clavenna

Valutare l'opportunità di effettuare determinate indagini oculistiche nelle prime settimane di gravidanza spetta allo specialista a cui ci si affida.   »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti