susy84 [uid:1549]

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 10/01/2013 Aggiornato il 10/01/2013

Risponde: Dottoressa Alessia Bertocchini

Una domanda di: susy84
Buongiorno, ho una bambina di quasi 6 mesi ed è da circa 5 giorni che la notte russa un po', specialmente dalle 2 fino alla mattina, mentre la prima parte del sonno la fa tranquilla. Non riusciamo a capire perché: di solito alle 2 prende il latte, ma a volte mangia alle 5. Il sonno, però, è disturbato, non ha né raffreddore né tosse. Li ha avuti nei giorni di Natale e l'abbiamo curata con l'areosol. L'abbiamo portata dal nostro pediatra e non l'ha nemmeno visitata ma ha fatto solo delle supposizioni… Noi come facciamo a stare tranquilli? Il pediatra ha ipotizzato che possano essere le adenoidi. O potrebbe esserci qualche altro problema respiratorio? In casa stiamo usando l'umidificatore e la bimba beve anche liquidi perché abbiamo cominciato lo svezzamento. In più le facciamo almeno 2 volte al giorno i lavaggi con acqua fisiologica. Aspetto cortesemente un suo consiglio.
Grazie
Susanna

Se la bimba russa ha probabilmente il naso ostruito. Indaghi anche sul sospetto di reflusso gastroesofageo vista l'età e, se continua a russare anche in assenza di raffreddore, la faccia rivalutare dal pediatra e/o da uno specialista otorino pediatra. Continui i lavaggi nasali e l'aspirazione del naso soprattutto prima di metterla nel lettino.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Pap test in gravidanza: conviene farlo?

28/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che è il ginecologo curante a dover decidere l'intervallo di tempo tra un pap test e l'altro, in base al risultato ottenuto l'ultima volta che è stato effettuato, in generale non occorre farlo in gravidanza, se sono passati meno di tre anni dall'ultimo.   »

Tampone positivo allo streptococco durante la gravidanza

23/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Ci sono delle indicazioni da seguire quando si risulta positive allo streptococco in prossimità del parto, prima tra tutte recarsi con urgenza in Pronto soccorso fin dalla prima comparsa delle contrazioni.   »

Tosse dei bambini: l’antibiotico serve o no?

14/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

La tosse secca, anche se più disturbante, non deve preoccupare e non richiede inevitabilmente l'antibiotico, che invece va somministrato quando la tosse è “grassa”, con tanto catarro, e si protrae per oltre quattro settimane senza alcun accenno di miglioramento.  »

Fai la tua domanda agli specialisti