Cipralex: aumenta il rischio di aborto?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 22/06/2020 Aggiornato il 22/06/2020

Dagli studi effettuati è emerso che l'impiego dell'escitalopram non aumenta il pericolo di interruzione spontanea della gravidanza.

Una domanda di: Eli
Le scrivo per avere un informazione in merito al Cipralex. Ne prendo 5 mg tutte le sere, ma ho sentito dire che può provocare aborti spontanei in caso di gravidanza. Volevo sapere se mi conferma questa teoria.
Grazie dell’attenzione.
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve cara signora, posso fortunatamente sfatare questa informazione in merito a cipralex o escitalopram. Negli studi sugli animali e nell’esperienza diretta sull’uomo questo farmaco non ha mostrato in pazienti gravide né maggior frequenza di aborto spontaneo né aumento del rischio malformativo. Per chi assuma questi farmaci in gravidanza è fondamentale mantenere un contatto regolare con il curante psichiatra, di modo da aggiustare il dosaggio della terapia nel corso dei nove mesi. La buona notizia è che alcuni farmaci della famiglia dell’escitalopram (denominati SSRI ossia Inibitori Selettivi della Ricaptazione della Serotonina) sono di scelta in gravidanza e allattamento, come ad esempio la sertralina, la paroxetina e il citalopram.
Sarà importante a mio avviso non sottodosare questi farmaci: il bimbo sta bene se sta bene la mamma!
Le ricordo di assumere acido folico 1 compressa da 400 microgrammi al dì per tutto il tempo di ricerca della gravidanza e almeno il primo trimestre della stessa. A risentirla con buone nuove,cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

La mia gravidanza si è interrotta: riuscirò ad avere un bambino?

30/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Per quanto strano possa sembrare, un aborto spontaneo, anche se rappresneta un evento dolorosa, comprova che la coppia riesce a concepire, quindi è fertile.   »

Sangue rosso vivo a un mese dal parto

30/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Le lochiazioni non preoccupano se sono costituite da sangue, ma solo se diventano maleodoranti o troppo abbondanti.  »

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

Fai la tua domanda agli specialisti