Coito interrotto: si può iniziare una gravidanza

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 21/04/2023 Aggiornato il 21/04/2023

In linea teorica non si può escludere con matematica certezza che una gravidanza inizi in seguito a un rapporto sessuale affrontato a metà.

Una domanda di: Alice
Ho 23 anni e per la prima volta ho avuto un rapporto sessuale non protette il 9/04. Non è stato un vero e proprio rapporto perché per via del forte dolore (ero molto tesa) ho fatto uscire lui poco dopo ed è venuto fuori di me dopo circa 15/20 minuti. Sto aspettando il ciclo che ancora non è in ritardo ma sono molto in ansia visto che non abbiamo usato protezioni ed io uscivo dal mio periodo fertile, ovulazione il 5/04. La ringrazio ancora se lei riesce a calmare la mia ansia.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile Alice, purtroppo non riesco a calmare del tutto la sua ansia per due ragioni. Se fosse certo che lei abbia ovulato il 5, il rapporto del 9 non avrebbe potuto determinare il concepimento perché, come penso lei sappia, il concepimento può avvenire solo il giorno dell’ovulazione e non dopo. Il problema è che non si può stabilire a tavolino il giorno dell’ovulazione, non ci sono calcoli che permettono di individuarlo con precisione quindi non siamo sicuri che non fosse proprio il giorno 9, come lei ritiene, e non invece il 5 o anche il 4 o il sei. A questo si aggiunge che è possibile dare inizio a una gravidanza anche attraverso la sola penetrazione senza eiaculazione all’interno, in quanto a volte nel liquido pre-eiaculatorio può essere presente qualche spermatozoo e per concepire ne basta una solo. Comunque sia, da quello che riferisce non dovrebbero essere tante le probabilità di aver avviato una gravidanza, anche se non lo possiamo escludere con sicurezza. A questo punto per sapere se è cominciata o no non resta che fare il test di gravidanza (va bene quello che si effettua sulle urine) il primo giorno di eventuale ritardo delle mestruazioni (ma magari non ce ne sarà bisogno, perché arriveranno puntualmente). Mi permetto di aggiungere che con l’inizio dell’attività sessuale diventa opportuno decidere per una contraccezione sicura. Diversamente l’intimità di coppia anziché configurarsi come un aspetto piacevole e gioioso della vita finisce inevitabilmente per trasformarsi in una fonte di ansia e paure. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dopo 4 maschietti arriverà la bambina?

16/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Non è assolutamente detto che dopo quattro figli maschi il quinto sarà una femminuccia perchè a ogni gravidanza si ripresentano le stesse probabilità di aver concepito un maschio o una bambina.   »

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti