Coliche di notte in bimbo di 5 mesi

Dottor Stefano Geraci A cura di Dottor Stefano Geraci Pubblicato il 27/02/2019 Aggiornato il 27/02/2019

Dopo i tre mesi di vita la comparsa improvvisa di coliche notturne va sottoposta all'attenzione del pediatra, perché potrebbe essere il segnale di un disturbo che può essere controllato tempestivamente solo se viene individuato.

Una domanda di: Laura
Il mio bimbo di 5 mesi è mezzo quasi ha sempre avuto fin da subito forti coliche di notte e molti problemi a dormire… Per una settimana circa
questi problemi sembravano essersi sistemati un pochino, ma con l’inizio dello svezzamento si sono ripresentati, forse peggio di prima, specialmente
i dolori di notte che, a me, personalmente sembrano ancora coliche… Può essere? Ed eventualmente che posso fare per aiutarlo? Già gli diamo tutte le
mattine i fermenti lattici e di nuovo il Milicon la sera…

Stefano Geraci
Stefano Geraci

Cara mamma, mentre le coliche dei primi tre mesi sono per così dire fisiologiche, ovvero interessano numerosi bambini, non hanno conseguenze significative (se si esclude il disagio nell’immediato, quando compaiono) e sono destinate a risolversi spontaneamente con il passare delle settimane, le coliche che compaiono all’età del suo bambino, in concomitanza dello svezzamento, devono necessariamente avere una causa sottostante. Mi dice troppo poco dell’alimentazione di suo figlio per permettermi di fare delle ipotesi, ma ritengo che si debba esaminare prima di tutto quello che mangia nell’arco della giornata. Per esempio: ha già inserito i legumi nella pappa? Le verdure le propone frullate o passate? Nel primo caso è più facile che favoriscano la formazione di una fastidiosa aria nell’intestino. Non mi dice nulla in relazione al latte: lo allatta ancora lei oppure no? E ancora, questo bambino ha dei sintomi oltre al pianto notturno? Il mio consiglio è di farlo visitare dal suo pediatra sia per escludere la presenza di un qualunque disturbo fisico sia per fargli valutare lo schema alimentare, per eventualmente suggerire qualche modifica e/o integrazione. Mi tenga aggiornato, se lo desidera. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ragazzina di 12 anni con problemi di comportamento

04/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I 12 anni possono essere un'età complicata, ma la pazienza unita a un ascolto attento e affettuoso possono aiutare a fronteggiarli senza troppi scossoni.   »

Fibromi in gravidanza: sono pericolosi?

02/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I fibromi in sé non costituiscono un pericolo per il bambino in utero, tuttavia è importante tenerli monitorati.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti