Collo dell’utero accorciato: perderò il mio bambino?

Professoressa Anna Maria Marconi A cura di Professoressa Anna Maria Marconi Pubblicato il 07/09/2021 Aggiornato il 07/09/2021

E' possibile che la cervice accorciata, dopo gli opportuni interventi, torni come prima.

Una domanda di: Valentina
Mi hanno trovato alla morfologica (20+5) il collo dell’ utero accorciato a 23mm quando fino a venti giorni prima era normale a 32 mm quindi sono a riposo… Ovuli di progesterone mattina e sera e magnesio x le contrazione che ho spesso… Volevo chiederle io faccio riposo a letto poltrona e divano… Mi alzo per mangiare seduta e per il bagno… Ho qualche speranza di portarla avanti almeno fino alle 28/30 settimane? Per farla sopravvivere…. Io piango di continuo di giorno e appena dormo ho gli incubi dove si rompono le acque o dove si apre l’utero e mi trovo il bambino nelle mani… Un incubo… Vorrei andare in ospedale a fare un altra cervicometria ma non so se farne una ogni tre/quattro giorni faccia bene…. Ho la visita a settembre…. Ma sto morendo di ansia…. Mi aiuti lei per favore….

Anna Maria Marconi
Anna Maria Marconi

Gentile signora, l’ansia non aiuta nessuno, né lei né il bambino che già adesso ha bisogno di sentirla forte e protettiva. Quindi, se con la terapia che sta facendo le contrazioni sono cessate o diminuite, è verosimile che il collo dell’utero non si sia modificato. Controllarlo ogni due o tre giorni non serve a nulla se non ad aumentare l’ansia che, come detto, non aiuta nessuno. Tenga presente che la cervicometria veramente preoccupante è sotto i 20 mm ed il valore soglia per fare qualcosa è 25 mm. Tenga anche presente che il collo dell’utero potrebbe ritornare come prima. Quindi, attenda serenamente la prossima visita, si compri dei bei libri e guardi dei bei film. Nessun pensiero brutto perchè in questo momento non ce n’è motivo, se non dovesse riuscirci potrebbe essere consigliabile l’appoggio di uno psicoterapeuta. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ansia e attacchi di panico in gravidanza e lo psichiatra (incomprensibilmente) sospende i farmaci

12/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è comprensibile la ragione per la quale una donna che soffre di un disturbo ansioso con attacchi di panico dovrebbe sospendere i farmaci per il solo fatto di essere incinta, tanto più che medicinali che controllano i sintomi e sono compatibili con la gravidanza ci sono.  »

A riposo assoluto da un mese per via di uno “scollamento”

08/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elsa Viora

Il riposo assoluto in gravidanza è inutile e potrebbe essere dannoso, anche in caso di scollamento amnio-coriale. Molto meglio condurre una vita normale, evitando ovviamente gli strapazzi.   »

Cosa vuol dire “sopra il quinto percentile”?

04/07/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Una crescita sopra il quinto percentile rappresenta il 95% della popolazione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti