Con l’eco non si vede (ancora) l’embrione

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 20/02/2020 Aggiornato il 20/02/2020

E' solo dopo la sesta settimana di gravidanza che l'ecografia visualizza l'embrione, ma se l'ovulazione è avvenuta più tardi rispetto alla previsione possono essere necessari alcuni giorni in più.

Una domanda di: Stefania
Buongiorno,
l’inizio dell’ultimo ciclo è stato il 8.1.2020 (di solito ho un ciclo regolare di 28 giorni). Ho avuto un solo rapporto in quel periodo il 21.1.2020.
Oggi 19.2.2020 ho fatto l’ecografia transvaginale e il dottore ha visto solo il sacco vitellino ma non l’embrione.
Secondo Lei è possibile che ad oggi non si veda? La prego nessuna falsa speranza. Grazie.
Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Buongiorno signora, l’età gestazionale bassa (prime settimane di ritardo) permette dal punto di vista ecografico di evidenziare la camera gestazionale (5 settimane ) qualche volta il sacco vitellino e solo dopo la sesta settimana inizia visualizzarsi l’embrione. Tutto ciò naturalmente se dal punto di vista cronologico l’ovulazione coincide con il 14º giorno e non è ipotizzabile una ridata azione cioè uno slittamento dell’ovulazione rispetto alla mestruazione.
In questi casi generalmente si ripete la valutazione ecografica dopo una decina di giorni per valutare una fisiologica evoluzione della gravidanza.
Auguroni !

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Educazione di una piccina: quali istruzioni vanno seguite?

27/05/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I bambini non sono robot: non ci si può aspettare che basti impartire una semplice dritta per ottenere i comportamenti desiderati.   »

Talco al cambio del pannolino? Meglio di no!

25/05/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Il talco è un prodotto che non è opportuno usare per la cura dei bambini perché può causare vari problemi.   »

Fertilità della donna dopo i 40 anni: cosa la influenza?

19/05/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

L'età anagrafica condiziona fortemente la possibilità di concepire. Ma non solo: altri fattori entrano in gioco e tra questi c'è il peso corporeo.  »

Fai la tua domanda agli specialisti