Concepimento subito dopo l’isteroscopia: ci sono rischi?

A cura di Augusto Enrico Semprini Pubblicato il 02/06/2023 Aggiornato il 02/06/2023

L'endometrio, tessuto di rivestimento interno dell'utero, ha ottime capacità rigenerative quindi può essere tranquillamente in grado di sostenere una gravidanza iniziata subito dopo un'isteroscopia operativa.

Una domanda di: Silvia
Buongiorno dottore,
il 10 di maggio mi è stata eseguita un’ isteroscopia operativa per l’asportazione di due polipi endometriali. Il mio ginecologo mi ha inviato ad attendere il primo ciclo per tentare una gravidanza. Ho avuto rapporti con coito interrotto ma ad oggi, una settimana prima dell’arrivo delle mestruazioni, avverto la stessa sintomatologia sperimentata in occorrenza della mia prima esperienza di gravidanza purtroppo non andata a buon fine.
Sono stata superficiale a non aver avuto maggiore attenzione nel rapporto ma ora sto in forte ansia. Se dovessi essere rimasta incinta ci sarebbero grandi rischi non avendo aspettato un ciclo come suggerito dal mio ginecologo?
La ringrazio in anticipo e le porgo distinti saluti.

Augusto Enrico Semprini
Augusto Enrico Semprini

Cara Silvia,
per fortuna l’endometrio ha straordinarie capacità rigenerative.
Quindi anche se ci fosse un concepimento non vi è motivo di pensare che questo sia pregiudicato dalla sua vicinanza con il tempo operativo resettivo.
La maggior parte delle gravidanze che si conclude nel primo trimestre ha come base uno sbilanciamento cromosomico del concepito perché l’utero è un organo molto generoso e a fronte del concepimento fa quasi sempre il suo dovere in modo inappuntabile.
Ci farà sapere se questa visione più tranquillizzante si conferma nel caso il test di gravidanza fosse positivo.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

DNA fetale o amniocentesi a 42 anni?

20/09/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Le linee guida europee, seguite anche in Italia, sono chiare: prima di pensare al DNA fetale o all'amniocentesi è indicato (e importantissimo) sottoporsi al test combinato o Bi-test.  »

Ipercheratosi emersa dal pap test

11/09/2023 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

L'ipercheratosi è l'aumento della componente cheratinica della parete cellulare. Se viene evidenziata dal pap test richiede di ripetere l'indagine dopo sei mesi.  »

Tosse terribile, che nessun farmaco lenisce, in un bimbo di 5 anni

16/08/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

La scuola di Trieste ha descritto ed etichettato più di vent'anni fa una manifestazione tipica dell'età pediatrica, fino ad allora non catalogata e poi battezzato con l'acronimo SIRT, che sta per Sindrome da Ipersensibilità dei Recettori della Tosse. Si tratta di un disturbo che oggettivamente dà tanta...  »

Fai la tua domanda agli specialisti