Continui fastidi alla pancia in 19ma settimana: che fare?

A cura di Augusto Enrico Semprini Pubblicato il 27/02/2023 Aggiornato il 27/02/2023

Nel secondo trimestre di gravidanza, l'indolenzimento persistente dell'addome deve suggerire di effettuare un esame completo delle urine con urinocoltora.

Una domanda di: Elena
Salve, io sono alla 19+3 ho sempre sofferto di male alla pancia e soprattutto di bolle d’aria nel fianco sinistro dall’inizio della gravidanza. Ultimamente inizio a “soffrire” di pancia sempre tesa, molto dura e a volte mi fa male come se tirasse, come se non avessi molta forza sugli addominali, con la sensazione di indolenzimento come quando si trattiene troppo la pipi, a volte mi fa male fino all’inguine sinistro, a volte meno. Volevo sapere se è normale e se posso fare qualcosa per alleviare questa sensazione. Grazie infinite.
Augusto Enrico Semprini
Augusto Enrico Semprini

Cara Elena, un utero leggermente contratto è fastidioso. Il primo provvedimento è quello di accertarsi che non vi sia un’infezione urinaria perché i batteri rilasciano sostanze che inducono l’utero a contrarsi. Quindi esame urine e urinocoltura per escludere questa possibilità. In quest’epoca di gravidanza non può essere l’intestino a dare disturbi perché l’utero lo sposta verso l’alto, diciamo più o meno a livello ombelicale, e quindi dolori al basso ventre non possono essere attribuiti a spasmi del grande intestino. Se esame urine e urinocoltura rimanessero negativi, alcune pazienti si giovano dall’assunzione di magnesio come normalizzatore del tono muscolare. Se ci fa sapere l’esito dell’esame l’aiutiamo a risolvere questo fastidioso problema. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti