Contrazioni al quinto mese di gravidanza: possono essere causate da un’infezione vaginale?

Professoressa Anna Maria Marconi A cura di Professoressa Anna Maria Marconi Pubblicato il 06/04/2021 Aggiornato il 06/04/2021

Per escludere la presenza di un'infezione vaginale, si deve fare il tampone.

Una domanda di: Roberta
Sono appena entrata al 5° mese di gravidanza e nel corso delle ultime tre settimane si sono presentate due volte (permanendo per un paio di giorni in entrambi i casi) delle piccolissime perdite di colore marroncino chiaro (anche se molto diluite). Dai controlli fatti non ne è stata rilevata una causa precisa di tali perdite ma è risultata la presenza frequente di contrazioni nella parte bassa dell’utero le quali, i medici mi riferivano, possono portare a un parto pretermine.
Premetto che la cervicometria è fissa a 43 mm e vi è assenza di funneling.
Attualmente sto prendendo sia progesterone che magnesio ma mi chiedo se ci sono degli altri esami che lei ritiene opportuno debba fare, premesso che emocromo ed esame delle urine, finora, hanno valori ottimi.
Possono queste contrazioni essere dovute a infezioni vaginali? L’ultimo pap test, effettuato pochi mesi prima del concepimento, non aveva rilevato nessuna anomalia ma mi chiedo se questo fosse un esame sufficiente.
La ringrazio in anticipo.
Cordialmente.
Anna Maria Marconi
Anna Maria Marconi

Gentile signora, il fatto che il collo dell’utero sia conservato, con una cervicometria normale e assenza di funneling è certamente rassicurante. In aggiunta a quello che sta già facendo potrebbe effettuare un tampone vaginale: il Pap test non serve ad identificare eventuali infezioni e, se il tampone fosse negativo, starei tranquilla. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Voglio un figlio (a 44 anni) ma ho paura che non sia sano: che fare?

27/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La scelta di avere un figlio in età avanzata è personalissima: nessuno specialista può dare consigli al riguardo, solo indicare i rischi a cui si potrebbe andare incontro, in modo da permettere di decidere con consapevolezza.  »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti