Cosa deve mangiare una bimba di 9 mesi?

Dottor Stefano Geraci A cura di Dottor Stefano Geraci Pubblicato il 09/04/2019 Aggiornato il 09/04/2019

Le nuove linee guida suggeriscono di offrire al bambino tutto quello che mangia il resto della famiglia, a partire dallo svezzamento. L''indicazione va seguita certo, ma usando il buon senso.

Una domanda di: Jennifer
Salve, ho una bimba di 9 mesi: volevo chiedere che cibi devo evitare finché non compie 1 anno ? Posso darle gli asparagi verdi? E in che
quantità? Lei mangia ancora tutto frullato, posso iniziare a darle pezzettini? Che pasta posso darle? Ora mangia solo ed esclusivamente puntine. Grazie.
Stefano Geraci
Stefano Geraci

Cara mamma,
le più recenti linee guida suggeriscono di offrire, a partire dallo svezzamento, tutti gli alimenti, compresi quelli che fino a una decina di
anni fa si offrivano solo dopo i 9-12 mesi, come l’uovo, il pomodoro, il pesce e anche appunto gli asparagi. Dunque alla sua bambina può proporre un
po’ di tutto, anche le stesse cose che appaiono sul tavolo dei grandi, a patto che si tratti di pietanze sane, ovvero non fritte e non troppo
elaborate. Lo svezzamento potrebbe dunque anzi dovrebbe essere anche per i genitori il momento propizio per iniziare ad alimentarsi in maniera
corretta. Per quanto riguarda i pezzettini, bisogna agire con buon senso perché la masticazione prima che compaiano i denti non è ancora efficiente
(anche se il bambino ha gengive dure che gli consentono comunque una masticazione). Non occorre dunque frullare tutto ma sminuzzare il più
possibile sì: in pratica, per fare provare alla sua piccola nuove consistenze può offrirle minuscoli pezzetti di frutta, banana e verdure schiacciate, carne e pesce
finemente sminuzzati. Per quanto riguarda la pasta, è ovvio che fino a quando la dentizione non sarà completata sono da preferire i formati piccoli (o i grandi tagliati a pezzetti). Il “biologico” è sempre da preferire, se però lo è veramente: bisogna quindi scegliere prodotti di aziende di comprovata serietà. Per quanto riguarda gli alimenti integrali, salvo particolari
problemi di importante sovrappeso o di glicemia alta, è meglio evitarli per i bambini perché possono ostacolare l’assorbimento dei sali minerali. Sul
fronte della quantità è bene lasciare il bambino libero di regolarsi, senza mai insistere per farlo mangiare più di quanto dimostra di volere.
L’unico alimento che è sconsigliato prima dell’anno è il latte vaccino. Dopo l’anno si può dare il comune latte vaccino di latteria (non allungato con
acqua) anche se si ritiene più opportuno preferire fino a due anni il latte di crescita, più adatto a soddisfare le esigenze nutrizionali del bambino.
Il latte vaccino non andrebbe mai dato in quantità superiori ai 500 ml al giorno in quanto è molto proteico. Meglio, inoltre, non offrire formaggi
grassi e stagionati, preferendo i formaggi freschi e magri o la ricotta. I cibi in scatola sono da evitare sempre, il sale va ridotto al minimo.
Ci sono invece alimenti (pochi) che sono vivamente sconsigliati per i bambini, non solo prima dell’anno ma anche dopo. Eccoli: frutti di mare (cozze, vongole), carni e pesci crudi per il rischio di
infezioni intestinali; caffè, vino e altri alcolici; succhi di frutta zuccherati e altre bibite con zucchero, perché non nutrono, favoriscono fortemente l’obesità e in più abituano al sapore molto dolce creando una sorta di dipendenza dagli zuccheri che è bene non si instauri anche per la salute dei denti (oltre che per evitare il sovrappeso). Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Escursione a 1650 metri: si può portare un bambino?

13/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un bimbo di tre anni può avere problemi di adattamento se viene portato ad altitudini superiori ai 2500-3000 metri.  »

Il Sars-CoV-2 può rendere sterile il mio bambino?

13/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Che l'infezione causata dal nuovo coronavirus possa provocare infertilità maschile è solo un'ipotesi non dimostrata.   »

A due anni perché non parla ancora?

12/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Daniela Biatta

Fino ai tre anni di età, una volta esclusi deficit di qualsiasi natura, si può ipotizzare la non grave condizione di "parlatore tardivo"  »

Fai la tua domanda agli specialisti