CoVid-19, gravidanza e assunzione di ibuprofene

Professor Matteo Bassetti A cura di Professor Matteo Bassetti Pubblicato il 12/02/2022 Aggiornato il 12/02/2022

I Fans (farmaci antiinfiammatori non steroidei) sono controindicati in gravidanza. In caso di sintomi lievi causati dall'infezione CoVid-19 si può ricorrere al paracetamolo, ma se la situazione si aggrava è opportuno andare in ospedale.

Una domanda di: Elena
Sono alla 35esima settimana di gravidanza. Sono positiva al covid e ho manifestato i sintomi. Dopo forti dolori muscolari ho assunto 1 compressa di 400 mg di Brufen (ibuprofene). In seguito mi sono informata sul rischio dell’utilizzo degli antinfiammatori al termine della gravidanza. Dopo aver appreso i rischi, ora ho interrotto l’assunzione (ho preso solo una compressa). Ora sono preoccupata, a quali rischi va incontro la mia bambina? Grazie.
Matteo Bassetti
Matteo Bassetti

Gentile signora, è vero, l’ibuprofene è controindicato in gravidanza, soprattutto nell’ultimo trimestre, come del resto lo sono tutti i Fans (farmaci antiinfiammatori non steroidei). Tuttavia è verosimile che una sola compressa non abbia arrecato danni particolari perché i rischi legati all’assunzione di una medicina hanno una correlazione anche con il dosaggio introdotto. Come criterio generale, comunque, è sempre consigliabile, specialmente in gravidanza, informarsi degli eventuali rischi a cui può esporre l’assunzione di un farmaco prima di utilizzarlo e non dopo. Conviene inoltre, anche per le medicine in libera vendita, confrontarsi con il proprio medico prima di assumerle. Per contrastare i sintomi lievi dell’infezione CoVid-19 ed eventualmente la febbre può assumere il paracetamolo, che non ha controindicazioni in gravidanza. Se però i sintomi dovessero aggravarsi, sarà opportuno che lei si rechi in ospedale. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco amniocoriale: tanti dubbi dopo la diagnosi.

23/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il distacco tra le due strutture che costituiscono la placenta, il sacco amniotico e il sacco coriale ("guscio" della camera gestazionale), non coincide con il distacco della placenta, molto più grave.   »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti