Dado da cucina con glutammato: fa male in gravidanza?

Professor Gianni Bona A cura di Professor Gianni Bona Pubblicato il 05/05/2020 Aggiornato il 05/05/2020

E' meglio insaporire brodi e pietanze con un trito di erbette aromatiche piuttosto che con i dadi, non perché siano tossici per il bambino ma per via del loro alto contenuto di sale che influisce sulla pressione del sangue della futura mamma.

Una domanda di: Sara
Spero mi possiate aiutare: ho usato per tutta la gravidanza il dado da cucina. Lo usavo magari per fare il brodo per minestre o il risotto. Mi accorgo adesso che contiene glutammato monosodico. Il mio bambino potrà avere problemi per questo utilizzo? Grazie.
Gianni Bona
Gianni Bona

Gentile signora, può senz’altro stare tranquilla: il glutammato monosodico non espone il feto ad alcun rischio. Posto questo, è sempre poco consigliato perché è costituito da sale e il sale andrebbe consumato in quantità modeste. Influeisce infatti in modo negativo sulla pressione del sangue, favorendo dunque la comparsa di una conzione – l’ipertensione appunto – che si rivela dannosa per la salute. In più l’eccesso di sale può comportare disturbi minori nell’immediati, tra cui la cefalea. L’indicazione generale è di non introdurre più di 5 grammi di sale al giorno, visto che è naturalmente contenuto in molti alimenti. Per insaporire il brodo e altre pietanze è smepre meglio fare ricorso alle erbe aromatiche. Per finire, le suggerisco di prestare sempre attenzione alle etichette degli alimeni in scatola o confezionati, in modo da avere un’dea al momento dell’acquisto e non dopo il consumo di che cosa si mette in tavola. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

C’è una pianta officinale per favorire la lattazione?

17/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonello Sannia

Esiste una buona documentazione scientifica che comprova gli effetti benefici del Cardo mariano sulla lattazione.   »

Dosaggio delle beta-hCG a nove giorni dal rapporto a rischio

12/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Gaetano Perrini

Un prelievo di sangue effettuato a pochi giorni dal rapporto sessuale per verificare se il concepimento è avvenuto fornisce un risultato non attendibile, Meglio evitare.   »

Bimba che fatica ad addormentarsi: le si può dare la melatonina?

06/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Dormire è fondamentale per tutti, ma in particolare per i bambini: cercare un rimedio contro un eventuale disturbo del sonno è dunque opportuno.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti