Datteri: si possono mangiare in gravidanza?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 27/03/2019 Aggiornato il 27/03/2019

I datteri sono frutti molto zuccherini, quindi è opportuno limitarne al massimo il consumo. Diversamente possono favorire un eccessivo aumento di peso.

Una domanda di: Francesca
Buongiorno, sono nella settimana settimana di gravidanza, vorrei sapere se i datteri si possono mangiare?! Grazie.
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Cara signora mamma, in gravidanza i datteri si possono mangiare ma con molta moderazione in quanto sono decisamente zuccherini di loro e spesso intrisi ulteriormente di sciroppo (fatto con zuccheri). Sarebbe assai preferibile consumare altri tipi di frutta (mela, pera, arancia, mandarini) in ogni caso quello che fa la differenza è la quantità per cui, indicativamente, se vuole mangiare dei datteri, dovrà limitarsi a 2 o 3 al massimo al giorno.
Faccia attenzione anche al consumo di altri carboidrati (pane, pasta, riso, focaccia, pizza…) in quanto sono anch’essi molto desiderabili in gravidanza ma di fatto si tramutano in zuccheri una volta assimilati e quindi vanno a incrementare l’aumento di peso. Vedrà che, se ce ne sarà bisogno, il suo ginecologo le saprà indicare una dieta bilanciata per la gravidanza.
Spero di averla aiutata. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti