Dentini macchiati in bimba di 4 anni

Specialista Giulia Bernkopf A cura di Specialista Giulia Bernkopf Pubblicato il 15/03/2019 Aggiornato il 15/03/2019

Per stabilire l'origine di un'alterazione del colore dei denti è necessaria la valutazione del dentista. Le macchie possono essere alimentari o dovute alla presenza dei cosiddetti "batteri cromogeni".

Una domanda di: Jluska
Mia figlia 4 anni da circa 20 giorni ha iniziato ad avere gli incisivi superiori come se si fosse consumato lo smalto…Quindi di colore grigiastro. Quali possono essere le possibili cause? Ed è una cosa irreversibile?
Ringrazio in anticipo.
Dottoressa Giulia Bernkopf
Dottoressa Giulia Bernkopf

Gentile signora,
dalla foto sembrano delle pigmentazioni, a prima vista, dovute a qualche alimento. È comunque sempre consigliabile una valutazione clinica per effettuare diagnosi differenziale con i batteri cromogeni tipici dell’infanzia. I batteri cromogeni sono batteri più frequenti nella dentizione dei bambini che metabolizzano il ferro rilasciando pigmenti che appunto “sporcano” i denti. Normalmente si dispongono a festone vicino alle gengive. Non sono batteri patogeni, anzi alcuni studi li correlano a una maggiore salute parodontale. Sono solo “brutti2. Per rimuoverli ci vuole il dentista oppure l’igienista dentale, dopo una diagnosi del dentista. La prevenzione viene fatta con dentifricio Zendium e una compressa di gengifor: prima però occorre sentire il parere del medico, no dunque al fai-da-te. Per le macchie alimentari occorre sempre farle rimuovere in studio. E’ ovvio che occorre anche individuare l’alimento che pigmenta per eliminarlo. Il dentifricio sbiancante nei bambini è vietato. Cordiali saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Distacco amniocoriale che non si riassorbe con il passare delle settimane

14/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In presenza di un distacco amniocoriale che non si risolve non serve intensificare i controlli, mentre sono utili il riposo e un'alimentazione che favorisca l'attività dell'intestino, perché la stipsi può favorire la comparsa prematura di contrazioni uterine.   »

Fai la tua domanda agli specialisti