Dentini nuovi gialli: che fare?

Prof.ssa Laura Strohmenger A cura di Prof.ssa Laura Strohmenger Pubblicato il 07/11/2019 Aggiornato il 07/11/2019

Bisogna avere pazienza se i denti permanenti appena spuntati non sono bianchissimi: con il passare del tempo il colore dello smalto migliorerà.

Una domanda di: Valentina
Buongiorno,
i due denti nuovi davanti (incisivi superiori centrali) del mio bambino di otto anni stanno crescendo gialli. Molto gialli rispetto al colore dei denti da latte, che ha perso abbastanza tardi almeno rispetto ai suoi compagni, cioè a sette anni compiuti. Gli ho comprato la polverina nera (carbone) e una volta alla settimana gliela faccio usare con risultati abbastanza buoni. Mi è però venuto il dubbio che possa intaccare lo smalto dei denti: mi può dire qualcosa al riguardo? Vorrei inoltre sapere se questo giallo potrebbe andare via spontaneamente con il passare del tempo e se c’è qualcosa che io possa fare per sbiancarli in modo casalingo. Per finire: si possono usare nei bambini i dentifrici che sbiancano (quelli che si comprano nei supermercati)? E dei nuovissimi dentifrici a Led cosa ne pensa?
Grazie di cuore, se vorrà rispondermi.
Laura Strohmenger
Laura Strohmenger

Gentile signora,
non le piacerà troppo la mia risposta perché le mamme di solito cercano soluzioni che diano risultati a brevissimo termine, tuttavia in casi del genere bisogna solo armarsi di pazienza. I denti di suo figlio con il passare del tempo diventeranno più bianchi o, comunque, avranno un colore che si avvicinerà maggiormente a quello dei denti da latte. In ogni caso per stabilire se davvero per loro natura non sono bianchi o comunque per valutare con certezza il colore definitivo dello smalto è necessario attendere che spuntino anche gli altri denti davanti permanenti per poi mettere tutti i denti nuovi a confronto. Nel frattempo, le sconsiglio vivamente l’utilizzo di qualsiasi sbiancante (in polvere o in dentifricio o a led) perché è verosimile che non siano benefici per lo smalto. Se poi in età adulta i denti di suo figlio continuassero ad avere una colorazione poco gradevole (cosa di cui peraltro dubito) potrà ricorrere ai trattamenti di sbiancamento per mano del dentista. Per ora è invece opportuno che il suo bambino usi i dentifrici al fluoro, stando attento a non inghiottirli. Ricordo che i dentifrici al fluro, protettiv nei confronti delle carie, si dovrebbero proporre a partire dai tre anni di età. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo di tre anni che dà testate e pizzicotti quando è contento

15/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Ci sono gesti che compie il bambino che è opportuno impedire: per farlo occorrono toni e atteggiamenti di affettuosa determinazione.   »

Lo zucchero è vietato in assoluto ai bambini?

14/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Alimenti e bevande contenenti lo zucchero che si usa normalmente in cucina a scopo dolcificante non sono vietati in assoluto, ma non è certo opportuno concederli ogni giorno. In un'ottica di dieta sana devono essere introdotti solo occasionalmente (e questo vale anche per gli adulti).   »

Ansia e attacchi di panico in gravidanza e lo psichiatra (incomprensibilmente) sospende i farmaci

12/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è comprensibile la ragione per la quale una donna che soffre di un disturbo ansioso con attacchi di panico dovrebbe sospendere i farmaci per il solo fatto di essere incinta, tanto più che medicinali che controllano i sintomi e sono compatibili con la gravidanza ci sono.  »

Fai la tua domanda agli specialisti