Dentizione e inappetenza

Esistono giocattoli per la dentizione e preparati in gel, da applicare sulle gengive, che possono dar sollievo al bambino quando i dentini che spuntano lo infastidiscono.

Una domanda di: Elisa
Ho un bambino di 9 mesi che è inappetente per la dentizione. Quale antinfiammatorio per bocca potrei dare?
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Cara mamma,
la dentizione è un fenomeno naturale che non richiede l’impiego di medicine. Se il piccolo si lamenta, diventa nervoso, si sveglia spesso la notte e ha meno appetito del solito, a suo avviso a causa dei dentini che spuntano può proporgli un sonaglio o un anello precedentemente fatto raffreddare in freezer affinché lui lo possa strofinare sulle gengive traendone sollievo. Esistono inoltre gel all’aloe o preparati simili da applicare sulle gengive, pensati proprio per alleviare il fastidio legato alla dentizione. Se, nonostante questo, il bambino dovesse continuare a lamentarsi, gli può somministrare una dose di paracetamolo. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.


Scrivi a: Leo Venturelli
Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Fontanella quasi chiusa a sei mesi: è un brutto segno?

La (quasi) chiusura della fontanella a sei mesi di età non è un segno allarmante, se lo sviluppo neurologico è normale e la crescita della circonferenza cranica regolare.   »

Tampone vaginale positivo allo streptococco al termine della gravidanza

Può accadere che in prossimità del parto il tampone vaginale rilevi la presenza dell'infezione. In questo caso, all'inizio del travaglio viene praticata la profilassi antibitica per evitare che il bambino venga contagiato al momento della nascita.   »

Influenza in gravidanza: è pericolosa?

Ci possono essere dei rischi, se l'influenza viene contratta nelle prime settimane di gravidanza, a causa della febbre. Nel secondo e nel terzo trimestre è improbabile che il bambino corra particolari pericoli. In generale, è sempre opportuno che una donna in attesa effettui la vaccinazione antiinfluenzale....  »

Fai la tua domanda agli specialisti