Desiderio di un figlio a 46 anni: può aiutare l’acido folico?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 10/01/2022 Aggiornato il 10/01/2022

L'acido folico è prezioso per prevenire gravi malformazioni nel feto, ma non può nulla per favorire l'inizio di una gravidanza (e il suo felice proseguimento) in età avanzata.

Una domanda di: Raffaella
Sono una donna di 46 anni che desidera fortemente avere una

gravidanza. Alcune colleghe e amiche mi hanno parlato dell’importanza di

assumere l’acido folico. Potreste orientarmi sulla scelta migliore? Preciso

di avere un ciclo piuttosto regolare e nessun particolare problema di

salute.

Grazie, cordialmente.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve Raffaella, guardi…io non ho preferenze sull’acido folico. È vero che è utile assumerlo da quando si cerca il concepimento e per tutto il primo trimestre di gravidanza. Serve a prevenire i difetti fetali a carico della colonna vertebrale e cardiaci.
Nel suo caso, data l’età purtroppo avanzata, mi domando se lei abbia già discusso con un ginecologo in visita preconcezionale tutti i potenziali rischi correlati ad una gravidanza non solo per la sua salute ma anche per quella di un eventuale figlio.
In caso affermativo, non mi resterebbe altro che augurarle buona fortuna.
Diversamente, mi permetto di suggerirle una visita/colloquio preconcezionale per soppesare insieme al collega il suo desiderio di maternità da una parte e i possibili scenari dall’altra.
Mi permetto di concludere con un consiglio apparentemente fuori tema: lei e il suo compagno avete magari considerato la possibilità dell’affido o dell’adozione?
Ho amici carissimi che hanno sperimentato una ricchezza speciale da questo tipo di esperienza e pertanto mi sento libera di indicarla a chi ha un desiderio così bello e buono che sono certa che troverà un compimento non solo all’altezza delle aspettative ma se possibile anche al di sopra!
Le auguro un buon anno nuovo, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ansia e attacchi di panico in gravidanza e lo psichiatra (incomprensibilmente) sospende i farmaci

12/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è comprensibile la ragione per la quale una donna che soffre di un disturbo ansioso con attacchi di panico dovrebbe sospendere i farmaci per il solo fatto di essere incinta, tanto più che medicinali che controllano i sintomi e sono compatibili con la gravidanza ci sono.  »

A riposo assoluto da un mese per via di uno “scollamento”

08/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elsa Viora

Il riposo assoluto in gravidanza è inutile e potrebbe essere dannoso, anche in caso di scollamento amnio-coriale. Molto meglio condurre una vita normale, evitando ovviamente gli strapazzi.   »

Cosa vuol dire “sopra il quinto percentile”?

04/07/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Una crescita sopra il quinto percentile rappresenta il 95% della popolazione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti