Distacco amniocoriale: si può fare un viaggio di 45 minuti in auto?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 11/12/2023 Aggiornato il 11/12/2023

Non ci sono preclusione ad affrontare brevi tragitti in automobile, in caso di "distacco".

Una domanda di: Anna
Buongiorno. Sono alla nona settimana e la ginecologa ha riscontrato nelle prime due ecografie un distacco amniocoriale di circa 2*1 cm sul lato opposto rispetto all’embrione, che si presenta vitale e in buona crescita. Sto prendendo progeffik ovuli e integratore DAV, mi ha consigliato di non strafare e cercare di stare a riposo, evito pulizie, sforzi fisici e lunghe passeggiate ma avendo una figlia di 5 anni sono comunque costretta a muovermi per prenderla a scuola, portarla a vari impegni e così via. Non ho mai
avuto perdite di sangue, talvolta dolori alla schiena e ai fianchi dopo la notte, che mi sembrano più da posizione. Tra una settimana dovrò affrontare un tragitto in auto di circa 45 minuti, starò seduta qualche ora e poi di nuovo altri 45 minuti per rientrare a casa… non guiderò io ma un’altra persona. Si tratta di un impegno preso
mesi fa a cui mi dispiacerebbe mancare, potrebbe essere rischioso secondo lei? Attualmente per i motivi detti sopra guido abitualmente l’auto per tragitti di 20 minuti e ritorno e non mi sembra di aver avuto problemi. Ringrazio in anticipo per la risposta.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Gentile signora, mi sembra lei stia cercando di riguardarsi per quanto possibile. Le do quindi il via libera anche per questo tragitto più lungo del solito…vedrà che andrà tutto bene! Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Mal di gola che ritorna dopo la cura con antibiotico

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

A fronte di un mal di gola che si ripresenta dopo quattro giorni dal termine della cura con antibiotico è opportuno fare un tampone per escludere la responsabilità dello streptococco.   »

PMA e perdite marrone dopo il transfer

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

In un terzo delle gravidanze iniziate grazie alla procreazione medicalmente assistita si manifestano perdite che però non hanno significato né valore prognostico.   »

Aborto spontaneo: l’espulsione potrebbe non avvenire naturalmente?

26/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Dopo un mese da un'interruzione spontanea della gravidanza, se l'utero non si è ripulito spontaneamente, è prassi intervenire con il raschiamento. A volte, in alternativa, è possibile anche impiegare i farmaci.  »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti