Distacco amniocoriale: in quanto tempo si riassorbirà?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 26/06/2023 Aggiornato il 06/09/2023

Non è possibile prevedere con sicurezza se e dopo quanto un distacco amnocoriale è destinato a risolversi, tuttavia è di conforto sapere che la Natura mette sempre in gioco tutte le carte per sostenere la gravidanza e favorire la vita del bambino che si sta formando.

Una domanda di: Giusy
Salve gentile Dottoressa. Ho letto molte delle sue risposte e devo farle i complimenti per il tatto e la disponibilità con cui affronta temi molto delicati. Vorrei raccontarle la mia situazione e chiederle un parere. Sono a 9 + 4 settimane di gravidanza con un distacco di 36×30 mm. Sono andata in pronto soccorso ieri pomeriggio per emorragia abbondante e mi è stato diagnosticato quanto sopra. Mi è stata fatta una flebo di antiemorragico e una iniezione di progesterone. Ora sono a casa a riposo con la seguente terapia: due compresse molli di progesterone al giorno, 2 di Dav, 2 di amoxicillina per via di tampone positivo all’ureaplasma parvum, e una iniezione al giorno di progesterone. Quante possibilità ci sono secondo lei che questo distacco si riassorba (una piccola parte è già in via di riorganizzazione)? E con quali tempistiche? Pensi che con il mio compagno abbiamo anche una vacanza già saldata per il prossimo mese… Secondo lei sarà possibile affrontarla con un miglioramento in vista? La ringrazio molto per il suo tempo e Buon lavoro.
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Buongiorno Giusy e grazie per le parole che mi ha rivolto. Sono onorata di poterle dare un mio parere. Guardi…lei sta facendo una terapia importante per aiutare l’utero a rimanere bello morbido e permettere appunto il riorganizzarsi di questo distacco. Il fatto che il suo tampone fosse positivo potrebbe in qualche modo aver favorito questo distacco: in presenza di infezione l’utero si contrae più facilmente. Quindi direi che possiamo essere fiduciosi che di qui ad un mese il distacco si sia organizzato, le perdite ematiche siano un lontano ricordo e lei possa concedersi la vacanza di cui di sicuro ha bisogno. Chiaramente, sarà importante evitare gli sforzi nel prossimo periodo, ascoltare il proprio corpo per aver la conferma di essere sulla buona strada (se esageriamo, la sera compaiono doloretti al basso ventre o al fondo schiena che ricordano le mestruazioni). Andranno evitati anche i rapporti sessuali in questo periodo…come di sicuro vi sarà stato già indicato. Lei mi ha chiesto anche quante possibilità ci sono che il distacco si riassorba…domanda difficile! La risposta è: non so darle una stima di probabilità ma posso garantirle che la Natura mette sempre in gioco tutte le carte per favorire la Vita e che anche nel suo caso si è già visto il distacco in via di risoluzione, come da copione. Direi quindi di essere ottimista che tutto andrà per il meglio: lei non può immaginare che influenza abbia la mente sul corpo, in particolare in gravidanza! Inoltre, sia certa che anche il suo piccolo ce la sta mettendo tutta per crescere ed essere all’altezza delle aspettative dei suoi genitori. Spero di averle risposto e di averla rincuorata, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Genitori RH+: è possibile che abbiano un figlio RH-?

28/09/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Non c'è nulla di strano nell'eventualità in cui nasca un bambino con fattore RH negativo da genitori RH positivo. Accade quando mamma e papà sono portatori (senza saperlo) dell'allele negativo.  »

Negativa al rubeo test: che fare in vista di una gravidanza?

27/09/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Prima di avviare una gravidanza se non si è immunizzate nei confronti della rosolia è opportuno vaccinarsi. Dopo la vaccinazione per "cercare un bambino" è bene attendere due mesi.   »

Ipercheratosi emersa dal pap test

11/09/2023 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

L'ipercheratosi è l'aumento della componente cheratinica della parete cellulare. Se viene evidenziata dal pap test richiede di ripetere l'indagine dopo sei mesi.  »

Fai la tua domanda agli specialisti