Distacco riassorbito e risolto, ma la paura è rimasta …

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 08/10/2021 Aggiornato il 08/10/2021

Se la gravidanza procede senza problemi giungendo felicemente in prossimità del terzo trimestre, non c'è ragione di continuare a temere che si interrompa per via di un distacco che si è risolto.

Una domanda di: Valentina
Ho avuto un distacco di placenta importante con emorragia all’11ª
settimana di gravidanza. Sono stata 2 mesi a riposo. Adesso sono alla 25ª
settimana e il distacco si è riassorbito del tutto. Ora mi hanno detto che
posso condurre una vita normale. Volevo chiedere: il fatto che io abbia
avuto questo genere di problema significa che ho più probabilità che si
ripresenti o la mia è diventata una gravidanza come le altre a tutti gli
effetti? Ho sempre un po’ paura. Grazie.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve cara signora, che bella domanda!
Direi che si può fidare dei miei colleghi che le hanno raccomandato una vita normale anche se bisogna capirsi sui termini in quanto ciascuno ha una sua precisa idea di normalità. Io in gravidanza ritengo “normale” ad esempio fare passeggiate in piano, non correre o saltare, non fare sollevamento pesi o altri sforzi fisici (a volte ci si sente bene, la pancia ancora non ingombra e ci si mette a fare i mestieri di fino…), fare delle belle scorpacciate di libri, cantare, nuotare in piscina, cucinare cibi buoni e salutari…chissà se anche lei ha questa idea di normalità!
Ora che è alla 25° settimana certamente il periodo più delicato (ossia il primo trimestre) è ormai alle spalle e si fanno sempre più netti i movimenti del suo piccolo/a…direi che sono la prova migliore che tutto sta procedendo per il meglio, non crede?
In ogni caso sono poi le visite mensili di controllo a darci conferma anche dal punto di vista clinico che la gravidanza si sta mantenendo fisiologica.
Lei nel frattempo può osservare e ascoltare il suo corpo: in assenza di perdite ematiche e/o contrazioni uterine (somigliano ai dolori mestruali oppure ci si accorge di avere la pancia molto dura nella zona dall’ombelico in giù) possiamo essere soddisfatti: “nessuna nuova, buona nuova”.
Spero di averla rincuorata, le auguro di godersi finalmente la sua gravidanza senza più paura…o almeno senza troppa paura!
a proposito…c’è un libricino intitolato “Godersi la gravidanza come una volta” di un pediatra di nome Carlo Bellieni … non è niente male!

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Problemi di linguaggio in bimbo di tre anni

21/10/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Daniela Biatta

A fronte di evidenti difficoltà di linguaggio, in un'età in cui ci si aspetta che il bambino sappia utilizzare un certo numero di parole e di frasi compiute, sono opportuni un controllo audiologico e una valutazione da parte del neuropsichiatra infantile.   »

Progesterone o aspirinetta in gravidanza?

12/10/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I due prodotti medicinali non sono incompatibili: se la condizione della futura mamma lo richiede si possono impiegare tutti e due.   »

Bimbo di sette anni che sfida continuamente la mamma

11/10/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Non si può permettere a un bambino di tenere sotto scacco i genitori, disobbedendo e facendo sempre e solo di testa propria. Contenerlo con dolce fermezza è la priorità assoluta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti