Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 11/06/2024 Aggiornato il 24/06/2024

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.

Una domanda di: Francesca
La mia gravidanza è iniziata fin da subito con delle piccole perdite rosa e marroncine, ma il genecologo mi aveva tranquillizzato dicendomi che poteva
capitare e non c’era da preoccuparsi. Alla 8^ settimana di gravidanza ho avuto due minacce di aborto di pochi giorni distanti tra loro, dove si è notato un distacco di 30×10 mm. Come cura mi è stato dato del progesterone (un ovulo a sera) e del riposo che continuo tuttora.
Ho fatto altri controlli per le continue perdite marroni e crampi al ventre, ma il distacco è sempre di quelle dimensioni.
Ora sono alla 12^ settimana e sono piena di dubbi e angoscia. Continuerò ad avere perdite per tutta la durata della gravidanza? (Oltre a provocarmi molta ansia sono 3 mesi che ho sempre l’assorbente). Psso usare la borsa del acqua calda per i crampi al ventre?
La gravidanza con un distacco di queste dimensioni è possibile che arrivi a termine?
A che mese posso ritenermi fuori pericolo?
Devo mettermi a riposo assoluto?
Ci sono altri farmaci che posso prendere per migliorare la situazione, ha consigli da darmi?

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gravidanza che non si annuncia dopo 7 mesi di tentativi: si deve ricorrera alla PMA?

24/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Di solito, se la coppia è giovane, prima di indagare sulla sua fertilità, si attende che trascorra un anno di tentativi di concepimento andati a vuoto. Qualora il ginecologo suggerisca di ricorrere alla procreazione medicalmente assistita prima di questo lasso di tempo probabilmente esclude la possibilità...  »

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti