Dolore e bruciore vulvare, uretrale, vaginale: va bene l’olio di mandorle?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 14/02/2022 Aggiornato il 14/02/2022

La comparsa di sintomi importanti non può essere affrontata con rimedi fai-da-te, ma deve essere necessariamente sottoposta all'attenzione del ginecologo.

Una domanda di: Maria
Ho 56 anni e un continuo dolore e bruciore vulvare, vaginale, uretrale.
Vorrei chiederle se esiste un lubrificante da mettere in vagina
quotidiamente come si fa con la crema per il viso. Creme con acido
ialuronico mi bruciano molto, con vitamina E mi danno prurito. Rimane olio
di mandorle… Mi può indicare un rimedio? Grazie dottore.

Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Cara signora,
da quello che mi riferisce direi che non basta suggerirle semplicemente una crema: sarebbe davvero una leggerezza da parte mia. I sintomi che manifesta potrebbero avere varie cause, non ultima un’infezione batterica che potrebbe anche interessare la vescica. Potrebbe inoltre esserci un’atrofia dei genitali con assottigliamento della mucosa, che potrebbe essere responsabile del dolore che lei avverte. Potrebbe essersi sviluppato un lichen sclero-atrofico, in presenza del quale è necessario impostare una cura mirata con pomate al cortisone (ma deve essere il medico a valutarne l’opportunità ed eventualmente a prescriverle). Ogni singola causa richiede un trattamento specifico, ma prima di individuare la cura occore identificare l’origine dei suoi disturbi. Le consiglio di fissare un appuntamento con un ginecologo il prima possibile, non aspetti oltre. Per quanto riguarda l’olio di mandorle che dire? Può avere un blando effetto lenitivo, può usarlo, ma non può certo essere la soluzione al suo caso. Mi tenga aggiornato, se lo desidera. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco amniocoriale: tanti dubbi dopo la diagnosi.

23/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il distacco tra le due strutture che costituiscono la placenta, il sacco amniotico e il sacco coriale ("guscio" della camera gestazionale), non coincide con il distacco della placenta, molto più grave.   »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti