Doloretti ai muscoli dell’addome dopo il parto

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 26/08/2018 Aggiornato il 26/08/2018

Nei primi mesi successivi al parto, può essere considerato normale quando si compie uno sforzo fisico avvertire una sensazione di indolenzimento ai muscoli dell'addome.

Una domanda di: Valentina
Gentili medici, ho partorito più di 4 mesi fa con parto naturale. È andato tutto bene e mi sono ripresa completamente, a eccezione di un lieve dolore al basso ventre che avverto quando faccio un sforzo anche lieve con i muscoli addominali (ad esempio, da sdraiata mettermi seduta sforzando gli addominali, il dolore dura per qualche minuto dopo che faccio lo sforzo ma è lieve). Il dolore è lieve e se non faccio sforzi non lo sento (non sono i classici morsi uterini che si sentono all’inizio, per intenderci) ma ancora non accennano passare. È normale? Ovviamente lo farò presente al ginecologo ma poiché la visita è fra 2 mesi, mi chiedevo se dovrei anticipare la visita o se è tutto nella norma. Grazie.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Cara signora, durante la gravidanza l’utero si accresce e mette in tensione e contemporaneamente rilassa anche la muscolatura della parete addominale. Una volta partorito tali muscoli non riprendono immediatamente ola loro tonicità ed infatti resta la “pancetta” per un po’. Per alcuni mesi, quando si fanno sforzi che li impegnano muscoli è normale che si sentano i fastidi che lei riferisce. La natura è comunque provvida ed a poco a poco vedrà che i fastidi che descrive spariranno. Può esserle d’aiuto una ginnastica dolce, ma non le consiglio il fai-da-te, meglio affidarsi a un istruttore qualificato, specificando che ha partorito da poco. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti