Doloretti alle ovaie: sono un buon segno?

Dottor Claudio Ivan Brambilla
A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla
Pubblicato il 16/04/2018 Aggiornato il 04/08/2018

La comparsa di brevi fitte alle ovaie potrebbero essere il segnale che l'ovulazione è avvenuta, ma per sapere se la gravidanza è iniziata occorre attendere di eseguire il test.

Una domanda di: Rosa
Salve. Dopo aver effettuato la stimolazione ovarica e indotto 3 ovuli di Xyminal,
con un follicolo a destra di 25, oggi sarei al 5 p.o e ho delle piccole fitte
all ovaio destro? È normale avere questi dolori? Può essere un buon
segno? Attendo vostre risposte. Grazie.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Cara signora,
mi permetto prima di tutto di dirle che quando si richiede una consulenza via lettera è opportuno dare informazioni corrette e anche il più possibile esaustive. Ho fatto molta fatica a decifrare l’abbreviazione che ha usato e nell’insieme il quadro non mi è chiaro. Posto questo, mi è sembrato di capire che un medico le ha prescritto un farmaco (che non specifica) per indurre l’ovulazione. Che con l’ecografia (suppongo!) si sono visti 3 follicoli di cui uno con una buona maturazione (25 mm). Ha utilizzato un integratore per via vaginale a base di Myo- Inositolo che si suppone favorisca la vitalità degli spermatozoi e la capacità della donna di accoglierli: va specificato che il Myo – Inositolo è un integratore e non un farmaco, per cui i suoi effetti sono ipotizzati ma non confermati a livello strettamente scientifico. A cinque giorni dalla ovulazione – credo sia questo che vuole dire con il suo “5po” – ha doloretti a destra e vuol saper se è un buon segno per una probabile gravidanza. Io non ho la capacità di rispondere a questo, posso solo dirle che tali doloretti sono con tutta probabilità il segnale che l’ovulazione c’è stata per cui se l’uovo era perfetto, se l’integratore ha fatto quanto si spera faccia (ma le ripeto non ci sono metanalisi sugli integratori) e se uno spermatozoo valido è riuscito a raggiungere l’ovocita perché non sperare in una gravidanza? Posto questo non comprendo l’urgenza con cui richiedeva questa risposta: credo che sia tollerabile attendere per sapere se la gravidanza che le mestruazioni non arrivino: a questo punto farà il test (è sufficiente effettuare quello sulle urine) e si toglierà ogni dubbio, Altro non posso dirle perché purtroppo non ho doti da veggente. Le auguro con tutto il cuore che il suo desiderio si avveri. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.


Scrivi a: Claudio Ivan Brambilla
Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimbo ostile allo svezzamento

Quando un bambino rifiuta con ostinazione le prime pappe e qualsiasi altro alimento diverso dal latte, occorre giocare d'astuzia (armandosi di infinta pazienza).   »

Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti