Doloretti e macchioline marrone a inizio gravidanza

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 07/09/2018 Aggiornato il 07/09/2018

Non è affatto detto che, a inizio gravidanza, la comparsa di macchioline scure e di una sensazione di fastidio al basso ventre segnali la possibilità di un aborto spontaneo.

Una domanda di: Laura
Buongiorno dottoressa, sono nelle
primissime settimane di gravidanza (ultimo
ciclo il 4 agosto) e dalle prime beta
ancora basse (dosate al 3 giorno di
ritardo) il mio ginecologo mi ha
prescritto progefik 200 2 ovuli alla
sera. Ho doloretti tipo ciclo al basso
ventre e ieri pomeriggio pulendomi ho notato
una leggera macchiolina
beige-marrone. Nessuna macchia di sangue rosso.Ho
chiamato il ginecologo e oltre a farmi
ripetere le beta per sabato mi ha messo in testa che
quegli aloni/macchioline e ancora i
doloretti potrebbe essere o un micro
aborto o un impianto non riuscito. Poi mi ha consigliato una visita la prossima
settimana. Sono in preda alla
sconforto…Stamattina non ho nessuna
perdita…Cosa possono essere questi
fastidi tipo ciclo?
Grazie per la sua disponibilità.
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Cara signora, come dice il proverbio “calma e sangue freddo!”
Capisco che lei ora sia in ansia se non angosciata ma guardiamo al positivo: lei sta aspettando un bambino!
Nel frattempo ha già fatto quasi due dosaggi delle beta-hCG, ha contattato almeno due volte il ginecologo che le ha prescritto il progesterone ovuli (due ovuli contemporaneamente? Ne è proprio certa?), ha avvertito dei doloretti al basso ventre e visto delle macchioline scure, preoccupandosi di avere una minaccia d’aborto…domani ripeterà le beta, d’accordo, ma in ogni caso si è messa nel sacco con le sue mani! Intendo dire che tutti questi interventi medici non stanno facilitandole la vita, ma favoriscono casomai un’escalation di ansia materna!
I doloretti tipo ciclo all’inizio della gravidanza possono essere assolutamente normali: sono un promemoria per la donna, perché rallenti un po’ il ritmo…
Possono esserci anche dolori intestinali o gonfiore addominale soprattutto nelle ore serali…sono un effetto collaterale del progesterone, l’ormone che sostiene la gravidanza, prodotto dall’ovaio e poi dalla placenta.
Assumendo progesterone ovuli, non è strano che lei si ritrovi ad avere accentuati questi sintomi intestinali: stipsi, meteorismo, aerofagia, fatica a digerire…
Quanto alle macchioline scure, a volte si tratta di piccole perdite di sangue che confermano l’impianto dell’embrione nell’utero, oppure possono capitare a seguito di un rapporto sessuale…in ogni caso, se si tratta di poche gocce di sangue non è opportuno effettuare controlli in pronto soccorso: meglio cercare di riposarsi stando un po’ sdraiate ed effettuare la visita ostetrica solo se diventano abbondanti come una mestruazione oppure in presenza di dolori pelvici severi.
Credo che il mio collega le abbia paventato la possibilità di una minaccia d’aborto per prepararla al peggio…auguriamoci che si sia sbagliato e che tutto stia andando alla grande nonostante i presagi infausti. Mi tenga aggiornata se lo desidera, le faccio tutti i miei auguri per una gravidanza più serena, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti