Dopo 3 mesi di tentativi la gravidanza non si annuncia

Professoressa Anna Maria Marconi A cura di Professoressa Anna Maria Marconi Pubblicato il 23/02/2021 Aggiornato il 23/02/2021

E' solo dopo un anno di tentativi di concepimento non andati a buon fine che si può ipotizzare un problema di infertilità della coppia.

Una domanda di: Dora
Salve dottoressa, da un po’ che sono preoccupata perche è tre mesi che abbiamo, io e io mio fidanzato, rapporti non protetti e la mestruazione mi arriva sempre, a volte anche un po’ in ritardo. Sinceramente vorrei essere incinta ma ancora niente. E vorrei aggiungere che per me sono le prime volte avere rapporti. Sarò in attesa della sua risposta dottoressa. Distinti saluti.
Anna Maria Marconi
Anna Maria Marconi

Gentile signora, stia assolutamente tranquilla. In una coppia normale, che ha rapporti regolari, non si fa nulla né ci si preoccupa almeno fino a quando non è trascorso un anno dalla ricerca di un figlio. E siccome la mente governa anche il corpo, si rassereni e vedrà che la gravidanza arriverà. Le raccomando, se ancora non lo ha fatto, di iniziare ad assumere acido folico (400 microgrammi al
giorno) per tutta la ricerca della gravidanza e, sucecssivamente, fino almeno alla fine del primo trimestre: serve per la prevenzione della spina bifida nel bambino. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti