Dopo aver smesso l'”anello” quanto ci vuole per rimanere incinta?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 13/07/2022 Aggiornato il 13/07/2022

In linea teorica è possibile dare inizio a una gravidanza anche il mese immediatamente successivo alla sospensione del contraccettivo ormonale.

Una domanda di: Martina
Il 19 maggio ho interrotto l’assunzione di Nuvaring dopo 6 anni. L’ho interrotto per cercare una gravidanza. Ad oggi, 12 luglio, non ho ancora avuto il ciclo ma solamente perdite marroni con frequenza all’incirca ogni 3/4 giorni, a volte perdite consistenti quasi nere, altre volte percepibili solo quando vado in bagno e mi pulisco. È normale? Inoltre, quanto dovrebbe passare prima di poter restare incinta dopo l’interruzione del metodo contraccettivo? Grazie.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora, in linea teorica si può dare inizio a una gravidanza immediatamente dopo aver smesso di usare un contraccettivo ormonale (anello, come nel suo caso, o pillola che sia), anche se a volte occorre aspettare qualche mese affinché l’attività delle ovaie riprenda il suo ritmo originario e quindi il potenziale fertile ritorni a essere quello che era prima. In ogni caso lei saprà che l’ovulazione si sta verificando di nuovo quando si presenterà il muco fertile: è una secrezione trasparente e filante che appunto esprime l’ingresso nel periodo fertile. Le ricordo di assumere a partire da ora e per tutta la durata della ricerca della gravidanza fino almeno al termine del primo trimestre l’acido folico: una compressa da 400 microgrammi al giorno. Serve per prevenire una grave malformazione che può interessare il bambino: la spina bifida. E’ bene anche, nel periodo pre-concezionale, seguire uno stile di vita il più possibile sano: niente fumo, niente alcol e un’alimentazione varia, ben bilanciata e ragionevolmente calorica. Per quanto riguarda le perdite che riferisce, se dovessero continuare le consiglio di effettuare un controllo dal suo ginecologo con ecografia. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Assorbenti interni: li può usare una ragazzina di 11 anni?

16/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Sara De Carolis

Non ci sono controindicazioni mediche all'uso degli assorbenti interni fin dalla prima adolescenza. Va tenuto presente, però, che per applicarli correttamente la ragazzina deve imparare a conoscere bene la propria anatomia.   »

Bimbo di tre anni che dà testate e pizzicotti quando è contento

15/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Ci sono gesti che compie il bambino che è opportuno impedire: per farlo occorrono toni e atteggiamenti di affettuosa determinazione.   »

Lo zucchero è vietato in assoluto ai bambini?

14/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Alimenti e bevande contenenti lo zucchero che si usa normalmente in cucina a scopo dolcificante non sono vietati in assoluto, ma non è certo opportuno concederli ogni giorno. In un'ottica di dieta sana devono essere introdotti solo occasionalmente (e questo vale anche per gli adulti).   »

Fai la tua domanda agli specialisti