Dopo la ICSI paura che la gravidanza si interrompa

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 18/02/2021 Aggiornato il 18/02/2021

Purtroppo non sempre è possibile fare pronostici sull'andamento di una gravidanza, tittavia se nel momento in cui si individua il battito cardiaco del feto il rischio di aborto spontaneo diminuisce.

Una domanda di: Giulia
sono una ragazza di 28 anni, incinta all’undicesima settimana grazie a ICSI, per la seconda volta (problemi maschili). La prima a luglio è sfociata in
biochimica mentre in questo caso, (è stata trasferita una blastocisti 4AA)
al 12 post transfer le beta erano 339 e al 15 post transfer 780. La prima
ecografia è stata eseguita a 7+0 ed è stato rilevato un embrione di 8,4
mm con battito robusto (cosi l’ha definito la ginecologa). Ha detto che era
tutto ok e che ci rivediamo a metà febbraio. Assumo una terapia impegnativa
di progesterone punture e ovuli, estrogeni, cortisone, aspirina e acido folico
che sospenderò alla 12ma settimana.
Sto vivendo queste settimane nell’ansia piu nera. Ho il terrore di arrivare
all’eco e che non vi sia piu battito. Quante probabilità vi sono? La ginecologa
sostiene che una volta sentito il battito le possibilità di aborto
scendono. Inoltre con il progesterone temo non mi accorgerei di nulla in
caso di aborto. Posso stare abbastanza tranqulla? Quante probabilità ci
sono che con la prima eco andata bene le cose degenerino senza che io mi
accorga? Ho inoltre effettuato il prelievo per il bitest e per ora ho solo i
risultati ematici. PAA-P 444 e free beta hcg 75 a 9+4 settimane. Mi stanno
venendo delle paure anche su questo. I valori possono andare?
Mille grazie.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve signora, avrei voluto risponderle prima ma non sono riuscita: le chiedo scusa! A oggi avrà già fatto il controllo ecografico…mi auguro sia andato bene!
I dati che mi ha riportato erano tutti promettenti, tutto un altro scenario rispetto alla precedente gravidanza biochimica!
Lei teme di riscontrare un aborto interno all’ecografia e di non rendersene conto viste le terapie in atto.
In realtà, a mio avviso se si verificasse quello che lei teme, se ne accorgerebbe perché inizierebbe comunque ad avere perdite di sangue oppure dolori pelvici simili alle mestruazioni.
E’ corretto quello che le ha detto la sua curante ginecologa: una volta sentito il battito le possibilità di aborto scendono. Riuscire però a quantificare in una percentuale questa eventualità è impossibile a chi non abbia il dono della profezia! Ogni gravidanza è a sé e soprattutto la prima gravidanza è un’incognita finché non arriva al suo termine…non lo dico per metterla più in ansia di quanto non sia già, ma perché purtroppo può accadere veramente di tutto in una gravidanza: per questo sono così importanti i controlli regolari con la sua ginecologa!
In parallelo a questi controlli, mi permetto di suggerirle di essere affiancata da una brava ostetrica (idealmente la stessa che poi la seguirà durante il parto che si spera sarà naturale) in quanto hanno un approccio alla gravidanza magari meno medico ma più “globale”.
Vedrà che sarà aiutata a vivere la gravidanza con meno ansia e più fiducia nelle potenzialità del suo corpo…glielo auguro di cuore! Per il resto la rimando a questo link:

Chiarimenti sui risultati del bitest


Spero di averla aiutata, mi tenga aggiornata se desidera, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo di 5 anni che assume atteggiamenti strani

27/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dott. Leonardo Zoccante

C'è un tipo di gestualità che appartiene alla categoria dei manierismi motori: se lo sviluppo del bambino è sotto tutti gli aspetti nella norma tendono a sparire con la crescita.  »

Ipertiroidismo: devo smettere di allattare?

27/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non c'è alcuna necessità di smettere di allattare quando si deve controllare un'alterazione della tiroide e questo vale anche se è giunta l'ora di svezzare il bambino: basta pianificare la cura in modo da poterla associare a qualche poppata al giorno.  »

Vaccino anti-CoVid-19: non è vero che ostacola la fertilità. Anzi.

21/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Non ci sono dati che autorizzino a sostenere che la vaccinazione contro l'infezione da Sars-CoV-2 interferisca sulla fertilità.   »

Fai la tua domanda agli specialisti