Dopo un aborto spontane posso cercare subito un’altra gravidanza?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 04/12/2023 Aggiornato il 07/12/2023

Se non c'è stato bisogno di effettuare la revisione della cavità uterina (raschiamento), si può cercare una nuova gravidanza dal momento in cui le ovaie recuperano la loro normale attività.

Una domanda di: Giulia
Salve dottoressa, non so se si ricorda di me, purtroppo la mia gravidanza non è andata, a 8 settimane precise ho avuto un aborto spontaneo. “Sono stata brava” perché per fortuna ho espulso tutto senza dover ricorrere a raschiamento (unica cosa positiva. La mia ginecologa mi ha detto che posso ricominciare una vita normale. Ho ripreso a studiare e a fare attività fisica. L’aborto è avvenuto il 9 Ottobre e il 1° Novembre ho avuto il primo ciclo. Dopo 18 giorni il 2° ciclo. È normale che dopo aborto spontaneo il
secondo ciclo ritorni a pochi giorni di distanza dal primo? Ritornerà mai regolare come prima? Prima della gravidanza avevo un ciclo di 24 giorni. Inoltre, dopo il secondo ciclo ho ripreso i rapporti NON protetti con mio marito, ho sbagliato? È ancora troppo presto? Ho paura che già avendo rapporti non protetti mi possa ricapitare una gravidanza che si conclude con un secondo aborto consecutivo a causa della mia imprudenza di intraprendere “subito” rapporti non protetti. Purtroppo dal punto di vista emotivo ci
soffro ancora per aver perso il mio piccolino e penso che la notizia di una nuova gravidanza mi aiuti a vivere meno periodi di sconforto, spero che capisca cosa voglio dire, però la paura che ricapiti è allo stesso tempo tanta. Lei cosa mi consiglia? Devo aspettare? Nel caso in cui possa già intraprendere una nuova gravidanza come mi consiglia di vedere i giorni fertili in un ciclo che ancora non si è stabilizzato? Il 28 novembre ho avuto rapporto non protetto con mio marito e il giorno dopo ho avuto perdita
di muco simile al bianco d’uovo, significa che ero nel periodo fertile? È possibile che sia avvenuto già un concepimento? La prego di scusarmi per le numerose domande e in attesa di risposta le auguro una buona giornata.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve signora, lei ha avuto il primo ciclo dopo solo 21 giorni dall’aborto spontaneo.
Mi pare un tempo davvero breve e quindi potrebbe essere che quello del 1° novembre oppure quello del 19 novembre non siano state vere mestruazioni ma semplici perdite ematiche da calo degli ormoni estrogeni/progesterone.
Nessuna paura per il futuro: il ciclo si regolarizzerà nei prossimi mesi!
Qualora notasse delle irregolarità si potranno fare accertamenti ma solitamente dopo un aborto spontaneo non ci sono “strascichi” e tutto ritorna nella normalità nel giro di 2-3 mesi al massimo.
Rispetto alla ripresa dei rapporti, non ci sono controindicazioni dato che il suo aborto è stato spontaneo e non ha richiesto la pulizia dell’utero mediante raschiamento uterino.
Capisco l’ambivalenza di desiderare una nuova gravidanza e allo stesso tempo temerla in quanto potenzialmente potrebbe nuovamente esitare in un insuccesso…ma è troppo desiderabile diventare genitori!
Provate a parlarne insieme in coppia e condividere questo desiderio che per lei è anche una paura: sono sicura che vi rafforzerà nella vostra unione e nel decidere insieme se sia importante prendersi del tempo di attesa per lasciar sedimentare questa vicenda dolorosa oppure rimettersi subito in gioco, sperando che la Natura vi sia finalmente propizia.
Quanto al rapporto che avete avuto in prossimità di quelle perdite di muco “simile a bianco dell’uovo” con tutta probabilità si trattava di un giorno molto fertile e quindi non escludiamo che la cicogna stia nuovamente mettendosi in viaggio con destinazione casa vostra.
Rispetto al riconoscere i giorni fertili quando il ciclo non è ancora tornato regolare, mi sento di consigliarle di imparare a riconoscere i segni della fertilità mediante i metodi naturali.
Ad oggi sono riconosciuti come validi sia il metodo dell’ovulazione Billings che il metodo sintotermico nelle due varianti Camen o Roetzer.
Si possono incontrare personalmente le insegnanti qualificate di questi metodi, per imparare le rispettive regole di utilizzo (l’insegnamento solitamente è gratuito): si tratta di alcuni incontri individuali (aperti alla coppia, naturalmente), con eventualmente la possibilità di effettuarli online.
L’aspetto unico di questi metodi, sta nel loro essere “double face”: possono infatti essere utilizzati sia per evitare che per ricercare la gravidanza a seconda delle intenzioni della coppia, senza effetti collaterali di nessun tipo sul rapporto sessuale e sulla vostra salute…niente male, no?
Spero di averle risposto e di averla rincuorata, mi tenga informata se desidera, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Mal di gola che ritorna dopo la cura con antibiotico

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

A fronte di un mal di gola che si ripresenta dopo quattro giorni dal termine della cura con antibiotico è opportuno fare un tampone per escludere la responsabilità dello streptococco.   »

PMA e perdite marrone dopo il transfer

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

In un terzo delle gravidanze iniziate grazie alla procreazione medicalmente assistita si manifestano perdite che però non hanno significato né valore prognostico.   »

Aborto spontaneo: l’espulsione potrebbe non avvenire naturalmente?

26/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Dopo un mese da un'interruzione spontanea della gravidanza, se l'utero non si è ripulito spontaneamente, è prassi intervenire con il raschiamento. A volte, in alternativa, è possibile anche impiegare i farmaci.  »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti