Dopo un cesareo e vari interventi bariatrici potrò partorire naturalmente?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 16/12/2021 Aggiornato il 16/12/2021

Aver subito varie operazioni chirurgiche all'addome non rappresenta certo la condizione ideale per poter affrontare, dopo un primo cesareo, un parto per via naturale.

Una domanda di: Irene
Nel 2018 ho avuto il mio primo figlio con cesareo. Nel 2019 sono
stata operata (intervento mininvasivo) per un grosso laparocele sulla ferita del
cesareo, corretto con rete contenitiva. Soffro di obesità nonostante varie
chirurgie bariatriche. Vorrei sapere se è possibile affrontare una nuova
gravidanza e optare per il parto naturale e se questa eventualità non fosse
praticabile ci sarebbero gravi problemi per me e il bambino?

Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora Irene,
dopo un cesareo è possibile partorire un secondo figliolo per via naturale, ci devono essere però condizioni favorevoli che si evidenziano meglio durante la gravidanza. Certo lei non è nella situazione ideale per partorire naturalmente e non tanto per via del precedente cesareo quanto piuttosto degli interventi di chirurgia bariatrica: il suo addome è stato più volte, se ho ben capito, oggetto di chirurgia (che sia laparotomica o laparoiscopica) e di questo è d’obbligo tenere conto. Nessuno meglio del suo ginecologo curante, che conosce lei e la sua storia clinica potrà consigliarla sul da farsi. Io possono solo darle risposte generiche, senza avere la possibilità di sapere come stanno esattamente le cose. Dunque si affidi al lui con fiducia, seguendo le sue indicazioni che di sicuro saranno le migliori per lei. Sempre in generale, per quanto riguarda il bambino non ci sarebbero problemi se dovesse partorire con il cesareo. Quanto a lei, durante la gravidanza (come di certo sa benissimo, quindi mi scusi se sottolineo l’ovvio) dovrà stare attenta all’aumento di peso, per evitare che l’obesità si aggravi complicando la gestazione. Tanti cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Assorbenti interni: li può usare una ragazzina di 11 anni?

16/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Sara De Carolis

Non ci sono controindicazioni mediche all'uso degli assorbenti interni fin dalla prima adolescenza. Va tenuto presente, però, che per applicarli correttamente la ragazzina deve imparare a conoscere bene la propria anatomia.   »

Bimbo di tre anni che dà testate e pizzicotti quando è contento

15/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Ci sono gesti che compie il bambino che è opportuno impedire: per farlo occorrono toni e atteggiamenti di affettuosa determinazione.   »

Lo zucchero è vietato in assoluto ai bambini?

14/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Alimenti e bevande contenenti lo zucchero che si usa normalmente in cucina a scopo dolcificante non sono vietati in assoluto, ma non è certo opportuno concederli ogni giorno. In un'ottica di dieta sana devono essere introdotti solo occasionalmente (e questo vale anche per gli adulti).   »

Fai la tua domanda agli specialisti