Dubbi dopo il test dell’alfafetoproteina

Dottoressa Cristiana De Petris A cura di Dottoressa Cristiana De Petris Pubblicato il 07/06/2021 Aggiornato il 07/06/2021

Se il dosaggio dell'alfafetoproteina effettuato nel sangue materno dà un risultato che esprime la possibilità di un'anomalia nel feto, può essere opportuno effettuare altri accertamenti.

Una domanda di: Giulia
Mi è stato prescritto l’esame della alfafetoproteina come esame di routine
dal ginecologo, la traslucenza e il bitest sono andati bene. Quando ho
effettuato l’esame mi trovavo a 16+1 ma i valori mi preoccupano molto, sono
troppo alti rispetto alle mie settimane. Cosa significa?
Alfafetoproteina: 49,9 ng/ml
Mediane espresse in ng/ml per settimane di gravidanza:
14 sett: 27,9
15 sett: 30,9
16 sett: 36,1
17 sett: 40,4
18 sett: 48,3
19 sett: 54,8

Cristiana De Petris
Cristiana De Petris

L’alfafetoproteina (AFP) è una proteina prodotta principalmente dal fegato del feto.
Alcune patologie come ad esempio le trisomie 21, 18, 13 e i difetti del tubo neurale possono fare incrementare o diminuire la concentrazione di questa alfafetoproteina.
Per essere più precisa però dovrei sapere anche i valori di HCG e UE3 in quanto un aumentato rischio di spina bifida è associato ad un alta concentrazione di AFP e a dei valori normali di HCG e di UE3 mentre ad esempio un aumenato rischio di avere un feto affetto da trisomia 21 è associato ad una bassa concentrazione di AFP ed alta concentrazione di HCG e bassa concentrazione di UE3.
Tengo sempre a precisare che comunque sono esami di screening e non diagnostici. Comunque sia, il suo ginecologo curante le suggerirà di effettuare altri accertamenti, tra cui l’ecografia. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo difficile, mamma esasperata

11/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Può essere davvero emotivamente insostenibile gestire un bambino che urla e piange ogni volta che ci si allontana. Ma la soluzione ci può essere.   »

E’ possibile che l’ecografia non visualizza la gravidanza?

11/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Se l'ecografia viene eseguita troppo presto non è possibile,bensì sicuro che la gravidanza non venga visualizzata, anche nell'eventualità in cui abbia avuto inizio. Per questo si suggerisce (inascoltati) alle donne di non effettuarla prima della sesta settimana.   »

Fimosi in un bimbo di quattro anni: che fare?

07/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

A volte per risolvere la fimosi è sufficiente la "ginnastica prepuziale", tassativamente vietata prima dei due anni di vita (salvo casi particolari), che richiede dolcezza e mano lieve, perché diversamente si rischia un peggioramento della situazione.   »

Fai la tua domanda agli specialisti