Dubbi dopo la devitalizzazione di un dente

Prof.ssa Laura Strohmenger A cura di Prof.ssa Laura Strohmenger Pubblicato il 10/02/2022 Aggiornato il 10/02/2022

Un'otturazione provvisoria può determinare la comparsa di un sapore di medicinale: l'eventualità non deve destare preoccupazione.

Una domanda di: Sergio
Salve, ho una carie da molti anni a un molare quello vicino al dente del giudizio che appunto per la sua posizione errata l’ha fatto cariare, ora il dentista dopo i raggi ha deciso di devitalizzarlo, ma volevo capire se l’assenza di dolore, che è passato dopo un antibiotico ma non è più ritornato nonostante la carie fosse molto estesa, dipenda dalla condizione del dente o da altro. Comunque ieri mi hanno devitalizzato il dente, solo la prima parte, e me l’hanno otturato temporaneamente, ma sento uno sgradevole sapore del medicinale che hanno messo, volevo sapere se passerà e se il medicinale può far male all’organismo.
Grazie.
Laura Strohmenger
Laura Strohmenger

Caro Sergio, le formulo la mia interpretazione di ciò che lei racconta.
La carie dentale se non diagnosticata e trattata può compromettere la polpa dentale racchiusa nella radice/i del dente.
Tale processo può’ essere asintomatico oppure comportare dolore o lesioni evidenziabili ad una radiografia. In base alla diagnosi che nel suo caso può’ essere stata formulata dopo una radiografia si propone e si pratica la devitalizzazione. L’obiettivo è quello di rimuovere la polpa dentale infetta, sagomare bene la porzione radicolare che la conteneva ed otturare la stessa con del materiale adeguato ad ottenere un sigillo definitivo della spazio che è stato disinfettato.
L’intervento è lungo e complesso, di solito necessita più di una seduta. Per tale motivo tra le varie sedute si pone nella zona trattata una otturazione provvisoria che può dare l’effetto che lei denuncia. Tutto normale secondo me.
Si faccia comunque finire la terapia intrapresa con fiducia. Cordiali saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sono davvero a rischio di diabete gestazionale?

01/12/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Quando si inizia la gravidanza in una condizione di obesità e, in più, si aumenta di peso rapidamente già a partire dal primo trimestre il rischio di sviluppare il temibile diabete gestazionale diventa alto, soprattutto se l'esame della curva da carico di glucosio evidenzia un'iperproduzione di insulina....  »

Donna Rh negativo: anche dopo un aborto si sviluppano anticorpi contro il sangue Rh positivo?

30/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Esiste un esame che permette di appurare se la donna ha sviluppato anticorpi contro il fattore Rh positivo: si chiama Test di Coombs indiretto e si esegue come un normale prelievo di sangue.  »

Pap test in gravidanza: conviene farlo?

28/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che è il ginecologo curante a dover decidere l'intervallo di tempo tra un pap test e l'altro, in base al risultato ottenuto l'ultima volta che è stato effettuato, in generale non occorre farlo in gravidanza, se sono passati meno di tre anni dall'ultimo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti